Cronaca Centro / Via Fratelli Rosselli, 1

Novara: presentato il Pisu - progetto integrato per lo sviluppo urbano

E' stato presentato ieri, martedì 21 febbraio, nella salla consiliare del comune di Novara, il "Progetto integrato per lo sviluppo urbano". Tante le novità nel piano per la riqualifica di alcune aree della città gaudenziana

E' stato presentato ai giornalisti ieri, martedì 21 febbraio nella salla consiliare del comune di Novara, il "Progetto integrato  per lo sviluppo urbano" denominato Pisu.

Alla presenza dell'assessore Nicola Fonso, dell'assessore Sara Paladini e dell'assessore all'Urbanistica Marco Bozzola, sono state illustrate le novità nel piano per la riqualifica di alcune aree della città gaudenziana.

Due i nodi cruciali della riqualifica: il mercato coperto di viale Dante e il mercato rionale di Sant'Agabio, con conseguente attenzione al rilancio del quartiere stesso.

"Lo scorso giovedì - ha esordito l'assessore Fonzo - abbiamo approvato l'aggiornamento del piano economico inerente la ristrutturazione dell'area del mercato coperto, sito in viale Dante a Novara. Sono 9 milioni e 200mila euro i fondi, stanziati in parte grazie a contributi della comunità europea, per rimettere a nuovo un'area così importante per la città. Il mercato di viale Dante non è solo un a struttura architettonica di rilevanza storica - commenta l'assessore - risalente all'epoca fascista ma è, soprattutto, un punto di incontro, di commercio davvero importante per Novara.  Sono 70 milioni e 400mila gli euro stanziati con progetti finalizzati alla riqualifica urbana, dalla nostra giunta, nella sola giornata di giovedì 16 febbraio.Un passo davvero importante. Come interverremo? Innanzitutto andremo a togliere l'eternit dal tetto, sostituiremo gli infissi ormai molto vecchi e andremo a mettere in atto un'opera di ripavimentazione ad hoc per la parte del mercato interessata da banchi alimentari, così come prevista dalla normativa sulla sicurezza.  Sui tempi di messa in opera del progetto - sottolinea - contiamo di essere il più veloci possibile: noi siamo pronti a partire da dicembre 2012 - gennaio 2013. Abbiamo calcolato da quella data 600 giorni effettivi di lavoro per portare a termine l'opera di ristrutturazione del mercato coperto. Il tutto dovrà essere concluso, comunque entro il 2014, data di scadenza dei fondi rilasciati dalla comunità europea e previsti per questo specifico progetto".

"Il Pisu - ha spiegato l'assessore Bozzola - è una delle opere più importanti messe in atto da questa amministrazione. E' un'opera di riqualificazione urbana che interessa due grandi aree della città di Novara: il mercato coperto e il quartiere di Sant'Agabio, da sempre poco considerato. In quest'ottica di riqualificazione delle due grandi aree della città si inserisce un progetto di riqualificazione della viabilità delle due aree interessate dai lavori pubblici, con l'innesto di nuovi sensi, rotonde, ripavimentazione e illuminazione. Per quanto rigurda Sant'Agabio le ridaremo la dignità di quartiere che merita: in futuro infatti prevediamo di inserire una struttura medica di eccellenza nel campo dell'immunologia, struttura che sarà unica nel suo genere".

Mirato alla riqualifica del mercato di viale Dante l'inervento dell'assessore Sara Paladini: "L'opera di ristrutturazione del mercato è un passo che si rendeva importante, quasi indispensabile, da tempo. Abbiamo deciso perciò, data l'importanza - sottolinea Paladini - di incontrare i diretti interessati, esporre loro il progetto e sentire le loro esigenze. Lavoreremo passo passo valutando e sentendo la loro voce, la voce di tutti e 100 gli operatori chiamati in causa.  E' questa un'operazione sociale e strutturale importantissima. Il mercato è un luogo dove bisogna poter vivere e svolegre diverse attività in piena sicurezza. Vogliamo - rassicura - lavorare bene e in tempi brevi, che già abbiamo ampiamente rispettato".

"La nuova ristrutturazione vedrà - ha spiegato ancora Paladini -  spazi oculati e nuovi posti di lavoro all'interno dell'aria di viale Dante; mentre la riqualificazione del mercato di Sant'Agabio è inserita nell'ambito della riqualificazione del rione: sarà quindi un rilancio dell'attività mercatale che ogni giorno vedrà in opera un singolo settore del commercio, per poi nel tempo tramutarsi in mercato tematico, rilanciando così il rione sant'Agabio come Rione dell'artigianato per eccellenza".

"Il piano Pisu - chiosa il primo cittadino di Novara Andrea Ballarè - che vi abbiamo presentato è un piano di multi-opere che ben si inserisce nel piano di riqualifica e di rilancio di alcune aree cittadine. E' soprattutto, mi piace sottolinearlo, un'opera  che interessa sia il settore urbanistico, con riqualifica di spazi e di viabilità intorno alle aree interessate dalla ristrutturazione, ma soprattuto vuole essere un piano che ristabilisca il rapporto tra commerciante e cittadino, vuole dare la possibilità di un ritorno al passato, ad una fiducia tra commerciante e cittadino. Vuole favorire anche il commercio a Km-0 ed ecco quindi la riqualificazione e l'incentivo ai mercati rionali, anche in vista dell'expo 2015 che ben si inserisce in quest'ottica e in merito alla quale Novara non deve farsi trovare impreparata".

 

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara: presentato il Pisu - progetto integrato per lo sviluppo urbano
NovaraToday è in caricamento