Scuola: la prima "Andrea Camilleri" d'Italia è a Varallo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NovaraToday

Si sa che i periodi di crisi, come quello che stiamo vivendo a causa dell'emergenza sanitaria, si prestano a tragici momenti di raccoglimento ma offrono anche spunti di riflessioni che aprono a nuove opportunità e, perchè no, a iniziative originali e brillanti. A tal proposito, anche se già da tempo il Dirigente scolastico di Varallo Pombia Giuseppe Amato, dopo aver incassato il voto unanime del Collegio docenti, lavorava al progetto di intitolare a un grande scrittore del nostro tempo l'Istituto comprensivo che presiede, solo ieri ha potuto dare l'annuncio: "Ho il piacere di comunicare che con Decreto n.12449 del 27/3/2020, firmato dal dott. Giuseppe Bordonaro, Dirigente dell'Ufficio scolastico Ambito di Novara, l'istituto che ho l'onore di dirigere è stato intitolato allo scrittore agrigentino Andrea Camilleri." L'onore, ma anche l'orgoglio potremo aggiungere, di aver trasformato l'istituto di Varallo nella prima scuola italiana a portare questo nome. Nelle parole di Amato si capisce che non è stato un percorso semplice, andato a compimento solo in "deroga alle procedure ordinarie" in quanto si tratta di un decesso recente, inferiore ai 10 anni. Sufficiente alla causa è stata, tuttavia, la voglia di regalare alla scuola il nome di chi, più di tutti, è riuscito a coniugare alla perfezione la letteratura alla cultura popolare grazie non solo alle sue opere arricchite da espressioni dialettali, ma anche alla serie televisiva sul famoso commissario Montalbano, che ha incollato davanti alla televisione milioni di italiani. Inoltre il Dirigente promette che "questo rappresenta solo il primo passo di una serie di iniziative che il mio istituto intende promuovere per diffonderne le opere e la memoria". Dunque agli studenti, ma anche a tutto il corpo docente, non resta che iniziare il conto alla rovescia fino alla fine delle misure restrittive per poter tornare alla vita di tutti i giorni ma in un'altra scuola...alla prima "Andrea Camilleri" d'Italia.

Giacomo Bianco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento