rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Salute

Novara, terapia intensiva neonatale: un posto in albergo per le famiglie in difficoltà

Il progetto di Neo-n per uno dei famigliari che abita lontano da Novara

L’associazione di volontariato Neo-n, in collaborazione con il reparto di terapia intensiva neonatale (diretto da Maria Rita Gallina) e il servizio sociale professionale aziendale dell’azienda ospedaliero-universitaria di Novara (diretto da Lorella Perugini) ha ideato il progetto “Vicini per la Vita”: un reale sostegno a tutte quelle famiglie che, risiedendo lontano da Novara, avendo una grave indisponibilità economica e un neonato ricoverato con una situazione clinica particolare nel reparto di terapia intensiva neonatale, abbiano necessità di rimanere vicine al loro bambino durante la degenza del piccolo o nel caso di un intervento medico imprevisto.

"Il nostro obiettivo – spiega la presidente Kosmé De Maria - riguarda il benessere della famiglia del neonato affinché possa sentirsi sicura e tranquilla del fatto che potrà essere vicina al proprio piccolo in una situazione di obiettiva necessità. Neo-n si occuperà di pagare il soggiorno di uno dei due genitori del bambino/a, segnalato/a dal reparto e poi selezionato/a dal servizio sociale professionale aziendale, in una struttura alberghiera convenzionata con Neo-n fino a quando cesserà l’indicazione medica e/o sociale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara, terapia intensiva neonatale: un posto in albergo per le famiglie in difficoltà

NovaraToday è in caricamento