Scuola

Convitto Carlo Albero, nuovi laboratori per giocare con la matematica e l'astronomia

Progetto finanziato con Fondi strutturali europei e dedicato alla matematica con laboratori di cosmica per la scuola primaria, scienze per la secondaria di primo grado e il liceo matematico per gli studenti più grandi.

Il liceo matematico per i grandi e un laboratorio di cosmica per i più piccoli: è il nuovo progetto finanziato con fondi europei messo a punto dagli insegnanti del Convitto Carlo Alberto e dedicato ai numeri e alla scienza. La scuola novarese ha siglato una convenzione con la Fondazione Montessori (per i moduli di scienze di primaria e media) e con il dipartimento di Matematica dell’Università degli Studi di Torino (per i moduli del liceo) con seminari di formazione dedicati agli insegnanti. Il progetto “La mente matematica” prevede il potenziamento delle conoscenze di base di matematica e scienze con laboratori pomeridiani, blog e lezioni aperte ai genitori.

In particolare il modulo riferito alla scuola secondaria prevede che i ragazzi dello scientifico possano frequentare ore in più al “liceo matematico” con attività pomeridiane di giochi con i numeri, metodi di calcolo e approfondimenti. Questa parte del progetto è coordinata dal professor Mauro Bovio con la professoressa Sandra Zanellato e conta 35 adesioni tra gli iscritti dei primi tre anni del liceo. “Il laboratorio pomeridiano consente di approfondire aspetti della matematica che al mattino, nelle ore curricolari, non si affrontano rendendo la studio dei numeri più divertente e coinvolgente - dice il dirigente Nicola Fonzo -. Inoltre la convenzione con l’Università di Torino offre ai nostri insegnanti la possibilità di aggiornarsi con docenti di sicuro prestigio e valore”.

I bambini della primaria invece scoprono le stelle: gli insegnanti coordinati da Melissa Simone hanno preparato un laboratorio di cosmica che studia i pianeti e lo spazio utilizzando metodi e materiali montessoriani. Il sistema solare, ad esempio, prende forma tra le mani dei bambini usando il dash e la cartapesta, il big bang è spiegato con una favola. Il loro laboratorio, che è riservato ai più piccoli di prima, partirà a gennaio e riguarderà lo spazio, la Terra e i suoi ambienti che verranno illustrati con carta, legno, cassetti delle forme, carte tematiche, schede, giochi a incastro. Lo stesso progetto prevede anche attività di sostegno alla matematica per la quarta con attività sulle quattro operazioni come, ad esempio, il “gioco della banca”.

“Lo scopo è coinvolgere i bambini nell’affascinante studio della scienza e dell’astronomia portandoli a sperimentare direttamente ogni scoperta - conclude il dirigente Nicola Fonzo -. Vengono utilizzati materiali diversi dal libro che stimolano la fantasia dei più piccoli e sviluppano manualità e fantasia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Convitto Carlo Albero, nuovi laboratori per giocare con la matematica e l'astronomia
NovaraToday è in caricamento