Attualità Arona

Arona, successo per il primo anno di incentivi per le bici elettriche

Il bilancio ad un anno dal lancio dell’iniziativa

Era agosto del 2022 quando il Comune di Arona lanciò l'incentivo per l'acquisto delle biciclette elettriche e delle cargo bike, ad un anno esatto arriva il primo bilancio: 83 cittadini hanno acquistato una bici elettrica o una cargo bike per un controvalore di 28.250 euro. Il Comune inoltre ha inviato ai beneficiari una lettera per capire in quali termini siano state usate le bici acquistate.

"Abbiamo lanciato l’incentivo ad agosto dell’anno scorso ed è tempo di verifiche - racconta il vice sindaco di Arona Alberto Gusmeroli-. In un anno esatto - spiega Gusmeroli - sono 83 gli aronesi che hanno comperato una bici elettrica o una cargo bike e sono stati  rimborsati dall'ufficio tributi del Comune mediamente in dieci giorni per un controvalore di 28.250 euro sui 30mila stanziati (soldi per vincolo di legge destinati alla mobilità dolce e non ad altro).

L'incentivo è in vigore sino al 31 dicembre 2024 prorogabile - aggiunge il vice sindaco - e spetta a tutti i residenti di Arona che acquistano una bici elettrica, pari al 50% del costo con il massimo di 500 euro oppure 800 per le cargo bike con riduzione alla metà per chi ha un Isee superiore a 50mila euro.

Ho voluto mandare una lettera - racconta  Gusmeroli - a tutti i beneficiari per capire se e in che entità la bici elettrica sia stata non solo mezzo di svago ma anche sostitutiva dell'auto e quindi se alla fine l'incentivo sia servito anche in generale a tutta la comunità riducendo l'inquinamento.

Le prime risposte - dichiara il vice sindaco -  indicano che mediamente la bici elettrica ha sostituito l'uso dell’auto quando è bel tempo e in percentuali dal 30 al 60%. Alcuni - specifica Gusmeroli - mi hanno inviato dei calcoli precisi, altri basati sulla loro esperienza di questi mesi o sensazioni; un cittadino in particolare mi ha risposto in modo molto preciso dandomi il numero dei giorni annui di utilizzo per andare a lavorare in una città a circa 10 km di distanza parlandomi di circa il 45% di utilizzo in meno dell'auto.

Quindi in definitiva - aggiunge Gusmeroli - : più esercizio fisico, meno auto in circolazione, meno consumo di benzina e quindi risparmio, meno inquinamento, maggiori parcheggi a disposizione di tutti. Un piccolo successo da qualunque parte lo si voglia guardare. Un successo - conclude Gusmeroli - che sicuramente potrà aumentare con la realizzazione della nuova pista ciclabile, delle zone 30 per la città per favorire la mobilità dolce, gli stalli nuovi per le biciclette e la pista a breve che arriverà da Dormelletto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arona, successo per il primo anno di incentivi per le bici elettriche
NovaraToday è in caricamento