rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Attualità

In farmacia senza ricetta: da oggi per ritirare i medicinali basta la tessera sanitaria

Il nuovo servizio è stato attivato in Piemonte per tutti i cittadini. Come funziona e come aderire

Ritirare medicinali prescritti in farmacia senza avere le ricette: da oggi in Piemonte è possibile, basta presentare la tessera sanitaria. 

Il nuovo servizio per tutti i piemontesi è stato realizzato dalla Regione Piemonte, in collaborazione con Federfarma Piemonte, con il supporto tecnico del CSI. "Le farmacie, grazie al lavoro che stiamo facendo insieme, stanno tornando ad essere quelle di una volta – afferma il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio -, un punto di riferimento per la sanità di prossimità, grazie ad una serie di servizi che raggiungono direttamente i cittadini, facilitandone l’accesso al sistema di medicina territoriale. La possibilità di ritirare i farmaci con la sola tessera sanitaria è una straordinaria comodità, soprattutto per chi non ha dimestichezza con la tecnologia e nemmeno con i telefonini".

Come funziona e come aderire al servizio 

Per utilizzare questo nuovo servizio i cittadini piemontesi dovranno rendere consultabile il proprio fascicolo sanitario elettronico, fornendo il consenso sul portale www.salutepiemonte.it. La farmacia scelta potrà quindi visualizzare le prescrizioni e procedere all’erogazione del farmaco, perché acquisirà il numero di ricetta elettronica direttamente attraverso il fascicolo sanitario elettronico. 

Per attivarlo è necessario avere lo Spid e un computer o un dispositivo elettronico, oppure, è possibile chiedere direttamente al farmacista e ai punti assistiti dell’Asl di attivare il servizio. 

"Abbiamo lavorato a fianco dell’Assessorato alla Sanità - ha dichiarato Carla Gaveglio, Direzione Sanità Digitale CSI Piemonte - per realizzare questo importante servizio che agevola davvero la vita del cittadino, garantendo sicurezza e riservatezza dei dati. Questa soluzione si basa sul Fascicolo sanitario elettronico attivo in Piemonte per tutti i cittadini che, raccogliendo la storia clinica del paziente e regolandone l’accesso sulla base del suo consenso esplicito, necessita di elevati standard di sicurezza, un tema su cui il Consorzio è impegnato da anni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In farmacia senza ricetta: da oggi per ritirare i medicinali basta la tessera sanitaria

NovaraToday è in caricamento