rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Cronaca Trecate

Furto in un capannone di Trecate, ladri arrestati dopo un inseguimento

A finire in manette due persone, fermate dai carabinieri forestali, trovati con parte della refurtiva ancora nel furgone sul quale hanno tentato la fuga

Sfondano il muro di un capannone e portano via batterie per auto e rame. Fermati dopo un inseguimento dai carabinieri forestali, sono stati arrestati per furto.

É successo a Trecate nella mattinata di sabato: i forestali sono intervenuti sul posto dopo una segnalazione su un possibile furto in atto presso un capannone, e hanno intercettato un furgone, con a bordo due uomini, in uscita da un capannone, che non si è fermato all'alt dei militari e si è dato alla fuga, subito inseguito dai carabinieri.

Dopo un breve inseguimento, il furgone si è fermato a bordo strada e i due uomini, entrambi stranieri, sono fuggiti a piedi nei campi circostanti, ma sono poi stati raggiunti e fermati dai forestali e dai carabinieri di Trecate, che li hanno arrestati.

Sul furgone, i militari hanno trovato, oltre a un muletto utilizzato per caricare i materiali rubati, diverse casse di batterie al piombo per auto, arnesi da scasso e soldi in contanti, probabilmente derivanti dalla vendita di altro materiale rubato e già ceduto a ditte compiacenti. Secondo quanto ricostruito dai militari, inoltre, sul muro del capannone era stato aperto un varco proprio per permettere l'ingresso con il muletto per caricare i materiali rubati.

Il muro sfondato all'interno del capannone

Le successive indagini, hanno permesso ai forestali di individuare l'impianto di recupero metalli che aveva ricevuto batterie e rame, rubati sempre dallo stesso capannone. Il responsabile dell'impianto, un cittadino italiano, è stato denunciato per ricettazione.

Continua a leggere su NovaraToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto in un capannone di Trecate, ladri arrestati dopo un inseguimento

NovaraToday è in caricamento