rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Cronaca Centro / Largo Camillo Cavour

Una giornata per ricordare i martiri novaresi del 24 ottobre

La cerimonia commemorativa è prevista per la giornata di lunedì 24 ottobre. L'iniziativa è promossa dal Comune di Novara, in collaborazione con l'Anpi provinciale e l'Istituto Storico della Resistenza "Piero Fornara"

Sarà celebrata lunedì prossimo, 24 ottobre, la memoria dei caduti martiri della Resistenza, uccisi nell’allora Piazza Crispi (oggi piazza Martiri della Libertà) e in piazza Cavour nel 1944.

L'iniziativa è organizzata dall'amministrazione comunale insieme all’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia sezione provinciale di Novara e all’Istituto Storico della Resistenza.

L'appuntamento è alle ore 10,30 in piazza Cavour con la deposizione della corona di fiori alla Lapide Commemorativa dei Caduti; seguiranno i saluti delle autorità e il ricordo da parte degli studenti delle Scuole Medie “Duca d’Aosta”,“Tornielli Bellini” e “Pier Lombardo”.

I caduti che vengono commemorati sono otto giovani novaresi che scelsero di combattere contro la dittatura e che il 24 ottobre del 1944 furono uccisi e giustiziati dai nazifascisti: il ventunenne Natale Olivieri, carabiniere-partigiano della brigata "Osella"; Giovanni Bellandi di Pernate, partigiano garibaldino della "Redi"; Ludovico Bertona detto "Vico", ottico novarese, da subito impegnato nel sostegno alla resistenza; Aldo Fizzotti, giovane novarese, fra i primi resistenti in città; Vittorio Aina, 23 anni di Biandrate il 3 agosto 1921, di professione impiegato, appartenente alla brigata  "Matteotti"; Mario Campagnoli, novarese di 21 anni, studente, impiegato presso un'officina meccanica di precisione, appartenente alla brigata "Matteotti", medaglia d'argento al valor militare; Emilio Lavizzari, nato a Milano, sottotenente del Comando militare della polizia ferroviaria presso la Stazione di Novara, in contatto con la brigata "Rabellotti"; Giuseppe Piccini, diciottenne novarese allievo milite della polizia ferroviaria di Novara, che aveva collaborato con la "Sap" di Porta Mortara.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una giornata per ricordare i martiri novaresi del 24 ottobre

NovaraToday è in caricamento