rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Cronaca Centro / Corso Giuseppe Mazzini

"Pierino occhialino vede il mondo più carino": prevenzione fin da giovani

Presentata a Novara, presso l'ospedale Maggiore, la campagna di sensibilizzazione alla prevenzione oculistica in età prescolare e scolare

Si chiama "Pierino Occhialino, vede il mondo più carino" e si legge "Prevenzione e sensibilizzazione oculistica".

Ha preso il via con la conferenza stampa di questa mattina, lunedì 16 aprile, presso la sala consiliare dell'ospedale "Maggiore della Carità" a Novara, la campagna gratuita di sensibilizzazione allo screaning oculistico per bambini tra i cinque e gli otto anni di età.

"Siamo orgogliosi, in rappresentanza dei tre Lions Club cittadini di poter presentare la seconda edizione della campagna di sensibilizzazione allo screaning oculistico in età prescolare e scolare". Così Renzo Inghilleri rompe il ghiaccio alla conferenza stampa di presentazione del progetto.  "Anche quest'anno abbiamo unito la campagna di sensibilizzazione allo screaning oculistico - dice - ad una campagna solidale di raccolta di occhiali usati che, revisionati e riassestati, andranno ad essere utilizzati in favore delle popolazioni dell'Africa e del Terzo Mondo. Lo screaning è gratuito ed è rivolto ai bimbi in età scolare dai cinque agli otto anni".

Ad entare nel dettaglio della campagna di sensibilizzazione e del programma della giornata dedicata allo screaning, Giovanni Savoini, presidente del Lions club Novara Host. "Siamo giunti alla seconda edizione di un importante progetto che vede una partership stretta tra Lions Club, Azienda ospdaliera, strutture scolastiche ed esercizi che si impegneranno nella raccolata di materiale. Una campagna - ha commentato Savoini - di prevenzione e al contempo di solidarietà. Nello specifico lo screaning, che verrà effettuato in piazza Duomo domenica 22 aprile dalle ore 9 alle 12 e dalle ore 15 alle 18, con l'ausilio di un camper attrezzato e di medici oculisti volontari, ha lo scopo di prevenire le malattie e le malformazioni della vista in bambini in età prescolare e scolare che, non avendo la maturità per cogliere eventuali difetti che li colpiscono, non curano il probelema in principio rischiando di portarlo fino in età adulta e favorendo la nascita di patologie ben più complicate".

Entra nel merito della "Raccolta di occhiali usati" Renzo Inghilleri del Lions Club Ticino che, spiega: "Una volta raccolto il materiale, occhiali da vista o da sole indifferentemente, viene ripulito, riassestato e verificato, pronto per essere raccolto e spedito laddove ve ne è bisogno. E' importante che tutti coloro i quali hanno dei vecchi occhiali che non usano li portino ai centri di raccolta, consultabili tramite il sito www. raccoltaocchiali.org, per favorire la prevenzione a tutti i bimbi che non si possono permettere uno screaning oculistico".

La presidentessa del Lions Club Broletto di Novara, Lalla Mignone, nel suo intervento ha ringraziato "Tutti i dirigenti dei circoli didattici e delle scuole superiori di Novara che anche quest'anno hanno aderito all'iniziativa di prevenzione e di raccolta degli occhiali usati nelle scuole. Crediamo e speriamo di poter ripetere l'ottimo risultato dello scorso anno - dice - quando, alla prima esperienza, a livello nazionale siamo stati riconosciuti come la provincia che ha raccolto il maggior numero di occhiali usati. Davvero un successo che speriamo si ripeta".

Ma è lo staff scientifico del dottor Franco Sebastiani, a descrivere l'importanza clinica dell'iniziativa.  "Lo screaning oculistico è importante - dicono - a tutte le età ma ancor di più in tenera età. Oltre che a rivelare prioblematiche che altrimenti non verrebbbero palesate dai bambini per diversi motivi, lo screaning oculistico può aiutare a correggere eventuali difetti congeniti o ortottici dell'occhio, prevenendo patologie più serie o complicanza che, rivelate in età adulta, può essere difficoltoso curare se non con interventi invasivi".

In questo senso un caldo invito alla partecipazione allo screaning nelle scuole e nella giornata dedicata, quella del 22 aprile in piazza Duomo, è arrivato anche dalla dottoressa ortortista Silvia Mazzola: "E' importante capire, soprattutto grazie ad interventi preventivi, - spiega - i problemi dei bambini. Fino ai 6 anni circa il sistema visivo dei bambini è plastico e può essere trattato laddove ci fossero difetti di vista. Un quarto degli oltre 200 bambini visitati lo scorso anno presentava piccoli difetti visivi dei quali la famiglia non si era accorta. Fondamentale risulta  diffondere e continuare la cultura della prevenzione, specie nelle famiglie di etnie diverse, molte presenti a Novara con campagne di sensibilizzazione di questo genere e materiale informativo tradotto in più lingue perchè sia copmprensibile a tutti. Tutto il nostro staff è molto impegnato, in modo volontario in questo senso, e continueremo su questa strada anche negli anni futuri".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Pierino occhialino vede il mondo più carino": prevenzione fin da giovani

NovaraToday è in caricamento