Osservatorio Export: rallentano le esportazioni novaresi

Nel terzo trimestre del 2011 l'osservatorio ha registrato un nuovo rallentamento della crescita delle esportazioni della provincia di Novara, rispetto a quella registrata nei due primi trimestri dell'anno

Rallenta la crescita delle esportazioni delle aziende della provincia di Novara.

A dirlo è l'Osservatorio sull’export attivato dalla Fondazione Edison, in collaborazione con la Camera di Commercio di Novara e l’Associazione Industriali. Nel terzo trimestre del 2011, infatti, si riscontra un ulteriore rallentamento della crescita rispetto a quella registrata nei due primi trimestri dell’anno, sia a livello provinciale che a livello nazionale, coerentemente con la decelerazione della congiuntura internazionale.

Tendenzialmente, la crescita delle esportazioni della provincia di Novara risulta pari al +8% (+12% era stata la crescita dell’export nel secondo trimestre e +18,2% nel primo trimestre), quella italiana pari al +9,6% (+13,5% nel secondo trimestre e +18,4% nel primo). Considerando l’intero periodo gennaio-settembre, l’export della provincia di Novara è cresciuto del +12,6%, mentre quello nazionale del +13,5%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei primi nove mesi del 2001 le sole esportazioni manifatturiere della provincia di Novara evidenziano un aumento tendenziale pari al +12,1%, per un valore superiore ai 3 miliardi di euro. Tutti i comparti appaiono in crescita, ad eccezione degli articoli farmaceutici e botanici (-39%), del legno - prodotti in legno, carta e stampa (-24,6) - e delle macchine di impiego generale (-0,7%) che, per valore di export, rappresentano il comparto principale della provincia di Novara e comprendono al loro interno la rubinetteria-valvolame.

Per quanto riguarda i mercati di sbocco, circa due terzi delle manifatture novaresi sono esportate nei Paesi dell’UE-27 (62,6%), risultando in crescita del +9,6% rispetto ai primi nove mesi del 2010. Più sostenuta la crescita delle esportazioni verso i Paesi Extra UE-27 (+16,6%) che nei primi nove mesi del 2011 hanno rappresentato il 37,4% dell’export manifatturiero della provincia di Novara. Con riferimento ai singoli mercati di sbocco, nel periodo gennaio-settembre 2011 si registra una crescita delle esportazioni manifatturiere verso tutti i principali paesi di destinazione, fatta eccezione per il Regno Unito (-0,3%) e la Spagna (-1,8%). Germania, Francia e Svizzera si confermano i principali mercati di sbocco dei manufatti novaresi, con una robusta crescita dell’export rispetto ai primi nove mesi del 2010, pari rispettivamente al +14,6%, +11% e + 15,8%.

L’analisi dell’export manifatturiero della provincia di Novara verso i Paesi BRIC evidenzia nei primi nove mesi del 2011 un aumento delle esportazioni pari al +33,6% tendenziale; in valore esse risultano pari a 136,2 milioni di euro. Nel periodo considerato aumenta soprattutto l’export verso l’India (+48,7%) e la Russia (+40,2%); seguono a distanza la Cina (+27,9%) e il Brasile (+20%). La Cina, tra i BRICs, rimane comunque il Paese verso cui è destinato l’export maggiore (50,9 milioni di euro in valore, pari a oltre il 37% dell’export manifatturiero novarese diretto verso i BRICs); segue per importanza la Russia (44,8 milioni di euro); più distaccati l’India (22 milioni) e il Brasile (18,5 milioni).

Per quanto riguarda le macchine di impiego generale (rubinetteria-valvolame), l'indagine evidenzia nuovamente una discordanza tra l’andamento delle esportazioni di rubinetteria-valvolame del novarese e le esportazioni a livello nazionale: le prime infatti si sono contratte del -4,7%, le seconde appaiono in crescita del +15,1%. Discorso analogo per l’export del comparto nei primi nove mesi del 2011: l’export nazionale di macchine di impiego generale è cresciuto del +12,5%, quello provinciale è calato del -0,7%. In tale periodo le esportazioni della provincia di Novara hanno continuato a contrarsi verso la Francia (-3%), che si conferma tuttavia il principale paese di destinazione della rubinetteria-valvolame novarese con 120 milioni di euro di export, il Regno Unito (-4,6%), gli Stati Uniti (-15,5%) e la Grecia (-26,3%). Gli incrementi più forti si sono registrati nuovamente verso la Russia (+18,1%), la Germania (+13,9%) e la Svizzera (+13,8%).

Nel settore tessile-abbigliamento, invece, il terzo trimestre dell’anno evidenzia un ulteriore consolidamento della ripresa già osservata nel corso del 2010 e nei primi due trimestri 2011, soprattutto per quanto riguarda l’export della provincia di Novara, che è cresciuto del +27,1%; quello nazionale è invece cresciuto di un più modesto, ma sempre importante +9%, a fronte di una crescita del +15,1% registrata nel secondo trimestre dell’anno. Il dato complessivo relativo ai primi nove mesi del 2011 indica un progresso dell’export novarese pari al +26,2% e una crescita del +12,2% a livello nazionale. Nel periodo gennaio-settembre è aumentato l’export verso tutti i principali paesi di destinazione del tessile-abbigliamento novarese, fatta eccezione per la Tunisia (-8,2%); torna invece a crescere anche l’export verso la Spagna (+6,5%). Gli incrementi più forti nell’export si sono avuti verso gli Stati Uniti (+65,9%), la Germania (+46,5%), il Belgio (+42,7%) e il Regno Unito (+37,8%). La Svizzera si conferma di gran lunga il principale mercato di sbocco per il tessile-abbigliamento novarese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • Incidente a Novara, auto si schianta contro un dehors in via Pontida

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: dal 10 luglio niente più distanziamento su treni e bus

  • Incidente in tangenziale a Novara: motociclista finisce contro il guard rail

  • Incidente a Paruzzaro: schianto tra auto e camion, un ferito grave

  • Cosa fare in città: gli eventi del fine settimana del 4 e 5 luglio

Torna su
NovaraToday è in caricamento