rotate-mobile
Economia

Accordo tra Fs Logistica e Cim per lo sviluppo dell'area logistica

Nel concreto, l'accordo produrrà effetti immediati nella capacità terminalistica dell'interporto novarese. La partnership industriale prevede che Fs Logistica metta a disposizione di Cim le aree di sua proprietà a Novara

Sono stati siglati oggi, giovedì 4 luglio, gli accordi tra Fs Logistica, la società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane attiva nel campo della logistica e della valorizzazione dei propri asset immobiliari, e l'Interporto di Novara per la messa  a disposizione delle aree dello scalo ferroviario di Novara Boschetto.

L'area di Novara, con 500 camion al giorno e 196 treni alla settimana, è considerata una delle principali aree di afflusso delle merci del Sud Europa.

La partnership industriale, di durata pluriennale, prevede che Fs Logistica metta a disposizione di Cim le aree di sua proprietà a Novara a fronte di corrispettivi, diritti di governance sul Cim, e di una riserva di capacità nei terminal intermodali controllati da Cim. Nel concreto, l'accordo produrrà effetti immediati nella capacità terminalistica dell'interporto novarese.

Già da alcuni mesi infatti, sulla base di pre-accordi con il gruppo Fs, Cim ha avviato la realizzazione di nuovi binari all'interno dello scalo di Novara Boschetto. Grazie a questo intervento, supportato finanziariamente dall'assessorato ai Trasporti della Regione Piemonte, sarà possibile incrementare il numero di treni lavorati, facendo fronte alle richieste attestazione di nuovi traffici, principalmente da Belgio, Olando e Francia.

E ora, si procederà anche alla modifica della viabilità di accesso al terminal di Autostrada Viaggiante, al fine di renderne più agevole l'operatività senza più interferire con l'accesso dei convogli al terminal Cim, che avverrà lungo quattro nuovi binari posati sul ponte ferroviario varato sul Torrente Terdoppio. E' quindi prevista la risistemazione dei binari all'interno di tutto lo scalo di Novara Boschetto, per consentire una gestione diretta da parte dell'interporto dei treni in arrivo e partenza.

Il recupero dello scalo di Novara Boschetto è stato previsto nel Piano strategico di sviluppo industriale di Cim. L'operazione porterà, nel corso dei prossimi anni, al raddoppio della capacità terminalistica dell'interporto di Novara.

L'accordo prevede, infine, il recupero e lo sviluppo delle aree dello scalo non ricomprese nell'attività terminalistica, in particolare per quelle che il piano regolatore del Comune di Novara destina a Polo tecnologico.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accordo tra Fs Logistica e Cim per lo sviluppo dell'area logistica

NovaraToday è in caricamento