Economia Centro / Via degli Avogadro, 4

Fondo sbloccacrediti: la Camera di Commercio presenta il progetto

L'iniziativa da 10 milioni di euro è rivolta alle piccole e medie imprese con crediti certificati. La misura verrà presentata martedì 16 ottobre presso la sede camerale di Novara

10 milioni di euro è lo stanziamento del nuovo Fondo rotativo Sbloccacrediti_Piemonte, finanziato dalle otto camere di commercio piemontesi, con il coordinamento di Unioncamere Piemonte e realizzato in collaborazione con Anci Piemonte e UniCredit.

La misura sarà presentata martedì 16 ottobre, alle ore 10,30 presso la sala del Consiglio della sede camerale di via Degli Avogadro 4 a Novara.

"L’iniziativa - ha commentato il presidente della Camera di Commercio di Novara Paolo Rovellotti - nasce dalla volontà di sostenere le imprese in un contesto caratterizzato da una difficile fase congiunturale e non privo di altre criticità. La dilazione dei tempi di pagamento, in particolare, può generare squilibri di liquidità che incidono sulla capacità competitiva delle nostre imprese: con questa misura, e grazie alla collaborazione dei partner coinvolti, contiamo di agevolare lo svolgimento delle attività imprenditoriali e di ottimizzare i tempi di recupero dei crediti".

Il Fondo Rotativo delle camere di commercio piemontesi, operativo dal 21 settembre 2012 al 31 dicembre 2013, consente lo smobilizzo a tasso zero dei crediti scaduti e certificati da parte delle amministrazioni comunali, fino ad un ammontare massimo di 50mila euro per impresa.

Possono usufruire della misura le piccole e medie imprese che al momento della presentazione della domanda risultano in possesso dei seguenti requisiti: avere sede operativa attiva in Piemonte, essere in regola con il pagamento del diritto annuale, non essere in stato di difficoltà, vantare un credito già scaduto, certo ed esigibile che deve essere certificato da un’amministrazione comunale e avere un merito del credito pari o superiore a solvibilità sufficiente.

L’impresa deve ottenere la certificazione del proprio credito direttamente dall’amministrazione comunale utilizzando la modulistica disponibile sul sito www.pie.camcom.it/sbloccacrediti_piemonte e consegnandola in una qualsiasi filiale UniCredit in Piemonte, al fine del trasferimento dei fondi.


 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondo sbloccacrediti: la Camera di Commercio presenta il progetto
NovaraToday è in caricamento