Martedì, 18 Maggio 2021
Economia

Senza stipendio da mesi: la protesta delle educatrici nel novarese

Le lavoratrici della cooperativa sociale "Progetto e vita" hanno comunque garantito il servizio, indossando una maglietta rossa a scuola con lo slogan "L'assistenza è puntuale, lo stipendio no!"

La protesta delle educatrici - foto di Paolo del Vecchio (Fp Cgil)

"L'assistenza è puntuale, lo stipendio no!". E' questo lo slogan della protesta messa in scena ieri, mercoledì 1° marzo, da una ventina di educatrici ed educatori in diversi comuni del novarese. I lavoratori della cooperativa sociale "Progetto e vita", di Sondio ma in appalto in provincia di Novara con il Comune di Galliate, Cerano, Biandrate e due scuola materne private di Romentino e Galliate, hanno infatti manifestato il loro disagio per le mancate retribuzioni di dicembre e gennaio e per la scomparsa di gran parte del loro Tfr (circa il 95%) dal fondo di tesoreria dell'Inps.

Le educatrici e gli educatori coinvolti hanno manifestato garantendo comunque il servizio di assistenza ai bambini disabili a loro affidati nelle scuole, ed indossando una maglietta rossa con lo slogan della protesta.

La protesta, indetta in tutto il Piemonte nei comuni in cui la cooperativa è in appalto, è la continuazione di altre proteste avvenute anche in altre regioni (Lombardia e Veneto) sempre per il medesimo problema.

"I nostri solleciti, ripetuti nei mesi - commmentano da Fp Cgil Novara e Vco - sono caduti nel vuoto ed ora molti degli stessi lavoratori (complessivamente circa una ventina), che peraltro stanno responsabilmente continuando a garantire il servizio a tutela dei minori disabili a loro assegnati, stanno incominciando ad avere seri problemi di sostenibilità economica familiare. La Fp Cgil Piemonte, vista la vastità e gravità del problema ha formalizzato una richiesta di conciliazione in prefettura a Torino, con la cooperativa in oggetto e tutte le parti istituzionali coinvolte, per trovare soluzione idonea alla grave soluzione in atto. La Fp Cgil di Novara e Vco ha inoltre avviato tutte le procedure di denuncia per il recupero sia delle mensilità arretrate che del Tfr indebitamente prelevato dal Fondo di garanzia dell’Inps".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senza stipendio da mesi: la protesta delle educatrici nel novarese

NovaraToday è in caricamento