A Lumellogno recuperata la tradizione della “tarapèla” pasquale

Dal Giovedì Santo alla domenica di Pasqua niente campane: a Lumellogno torna la tradizione della “tarapèla”

La “tarapèla” rimessa in funzione

Dal Giovedì Santo alla domenica di Pasqua tradizionalmente le campane delle chiese non suonano. A Lumellogno allora torna la tradizione della 

"Dopo la Celebrazione del Giovedì Santo e la Messa in Coena Domini - spiega l'ex presidente di quartiere Carlo Migliavacca - quando le campane delle chiese cessano di suonare per tornare a squillare la domenica di Pasqua, tanto tempo fa venivano usati strumenti sonori idiofoni (termine usato per indicare tutti gli strumenti musicali il cui suono è producibile unicamente mediante la messa in vibrazione del materiale da cui è costituito lo strumento stesso). Qui da noi, a Lumellogno e Pagliate, veniva usata la “tarapèla”, uno strumento fatto tutto di legno con la sola maniglia in ferro . Questa “tarapèla” veniva suonata lungamente, allo scoccare del mezzogiorno, sia il Venerdì Santo e sia al Sabato Santo. Dai chierichetti, inoltre, veniva suonata anche per avvisare i fedeli dell’inizio delle sacre funzioni. Io stesso, da chierichetto a Pagliate (circa 60 anni fa), ho avuto modo di suonarla, facendo cambio con altri amici chierichetti. Non nascondo che anche gli adulti non perdevano occasione per contribuire al suo suono: era un’emozione per tutti!"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Quest’anno - spiega Migliavacca - grazie all’amico Paolo Borando che parecchi anni addietro aveva salvato dalla distruzione la vecchia “tarapèla” di Pagliate, ho chiesto al nostro parroco di Lumellogno e Pagliate don Fabrizio Mancin di poter recuperare la vecchia tradizione. Io stesso ho voluto ritornare bambino e mi sono cimentato nel suono della “tarapèla”: è stata un’emozione grandissima".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • "Fase" 2 | Sì a sport, passeggiate e montagna: tutte le regole in Piemonte

  • Novara, bonus bici confermato: come fare richiesta per ottenere fino a 500 euro per biciclette e mezzi elettrici

  • Cameri, tutti a guardare il cielo per l’atterraggio delle Frecce Tricolori

  • Cornavirus, primo sabato sera di apertura di bar e ristoranti a Novara

  • Coronavirus, in Piemonte mascherine obbligatorie nei centri commerciali (anche all'aperto) e bar chiusi entro l'una

Torna su
NovaraToday è in caricamento