rotate-mobile
Politica

Province: addio al Quadrante, Novara andrà con Vco e Biella con Vercelli

Lo ha deciso il Consiglio regionale del Piemonte: gli Enti saranno così ridotti da otto a sei. Cota: "L'impostazione del provvedimento del Governo che sopprime le Province va respinto al mittente"

La Regione Piemonte boccia l'ipotesi della Provincia di Quadrante, e dice sì all'istituzione di due enti separati: Novara-Vco e Biella-Vercelli.

Secondo quanto deciso dal Consiglio regionale il grande Ente sarà sdoppiato in due organismi più piccoli, facendo così contenti centinaia di amministratori. La Giunta Cota ha inoltre deciso di mantenere anche la Provincia di Asti. In questo modo, le amministrazioni provinciali piemontesi passano da otto a sei.

La decisione del Consiglio regionale va contro la proposta del Consiglio delle autonomie locali, che aveva invece dato l'ok alla riduzione delle Province piemontesi e alla proposta del Quadrante, promossa dal presidente della Provincia di Novara Diego Sozzani.

Il voto finale è arrivato dopo un'intera giornata di dibattiti. Hanno votato favorevolmente i gruppi Pdl, Pensionati e Verdi Verdi; si sono invece astenuti Pd, Moderati, Insieme per Bresso e Uniti per Bresso. I gurppi Progett'Azione, Lega e Movimento 5 Stelle, invece, non hanno partecipato al voto. Udc, Sel e Fds sono stati non votanti, mentre l'Udc ha chiesto l'abolizione di tutte le Province.

Ad accompagnare il provvedimento della Regione, ci sono alcuni ordini del giorno con i quali si chiede al Governo di tenere conto della specificità montana del Verbano Cusio Ossola e di far arrivare le attuali Province fino alla loro scadenza naturale.

"L'impostazione del provvedimento del Governo che sopprime le Province - ha dichiarato in merito il presidente della Regione Roberto Cota - va respinto al mittente. Se non ci sono le risorse per gestire i servizi di quali Province parliamo? In più, se non ci sono elezioni, non ci può essere rappresentanza. Oggi ogni consigliere, senza vincoli di maggioranza o di opposizione, ha voluto dare una giusta testimonianza di difesa del proprio territorio. La verità però è che le Province verranno commissariate e cancellate".

"Bisogna essere onesti - ha concluso Cota - e dire le cose come stanno. Il Governo regionale reagirà in tutte le sedi, a partire dalla Corte Costituzionale, presso la quale nei prossimi giorni verrà discusso il nostro ricorso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Province: addio al Quadrante, Novara andrà con Vco e Biella con Vercelli

NovaraToday è in caricamento