Sport

Novara Virtus Bassano 1-1: gli Azzurri meritavano la vittoria

Il big match del girone A di Lega Pro si è concluso in parità. Il Novara ha rischiato di passare subito in vantaggio con Corazza. Secondo tempo tutto a favore degli Azzurri, l'unico tiro in porta del Bassano è stato il gol

La partita tanto attesa si è conclusa con un risultato di parità che lascia l’amaro in bocca a mister Toscano e ai suoi ragazzi che hanno giocato una gara, soprattutto il secondo tempo, sempre in attacco procurandosi diverse palle gol.

A 5 secondi dal fischio d’inizio Corazza sul filo del fuorigioco brucia i difensori, ma viene bloccato da Rossi. La prima punizione invece è del Bassano, ma Freddi spazza via il pallone dall’area con un colpo di testa. Al 6’Garofalo batte una punizione a giro dall’angolo dell’area grande, ma Rossi si tuffa e allontana. Al 40’ buona giocata di Nolè, rimasto in forse fino all’ultimo ed invece messo in campo da Asta già dal primo minuto. Al 42’ contropiede di Faragò che si spegne già sulla trequarti grazie alla pronta difesa veneta. Eccetto qualche piccolo sussulto da entrambe le parti, il primo tempo è scivolato via in maniera un po’ anonima, così il minuto di recupero.

L’intervallo è stato rigenerante per gli Azzurri che rientrano in campo con maggior determinazione creando diverse palle gol. Al 53’ Garofalo fa partire un traversone che però nessuno coglie, ma il tifo si accende e il Piola riprende a spronare i suoi giocatori: un modo per risvegliarli da un sonno che sembra durare da troppo tempo. Al 55’ sono gli Azzurri a guadagnare una punizione laterale dal limite dell’area di rigore: batte Miglietta, ma il pallone non arriva e viene ripetutamente mandato in fallo laterale. Al 60’ Corazza, a tu per tu con Rossi, perde il duello con l’estremo difensore ospite guadagnando solo un calcio d’angolo. Al 65’Corazza parte dalla metà campo in velocità: è l’occasione buona che fa smuovere gli animi, ma il portiere si tuffa sul pallone e spegne ogni speranza novarese. Sbagliando la seconda occasione da rete il tecnico Toscano decide che è arrivata l’ora di sostituirlo. Al 69’ è invece il Bassano a segnare con Iocolano che va ad esultare davanti ai 4 (di numero) tifosi del Bassano. Probabilmente gli altri sono rimasti a casa a veder la gara di hockey pista tra Bassano e Giovinazzo terminata 7-3 ed ironia della sorte, arbitrata dal neo internazionale Filippo Fronte di Novara. L’unica volta che i veneti sono entrati in area la difesa azzurra ha dimostrato di non esserci. Al 73’ sul fronte novarese è Gustavo che ci prova con un potente tiro che finisce sopra la traversa. A questo punto mister Toscano toglie il centrocampista Pesce ed inserisce l’attaccante Gonzalez per creare una squadra più offensiva e cercare di recuperare almeno un punticino. Al 76’ è Evacuo a ristabilire la parità e far respirare un po’ con una rete che ha sorpreso tutti. Gli Azzurri prendono coraggio e un minuto dopo Gonzalez parte in velocità servendo Gustavo, ma il suo traversone finisce fuori dalla linea di fondo.

LE PAGELLE

TABELLINO NOVARA BASSANO 1-1:

Novara (3-5-2): Tozzo; Martinelli, Freddi, Beye; Garufo, Faragò, Miglietta, Pesce (30’st Gonzalez), Garofalo (40’st Dickmann); Evacuo, Corazza (22’st Gustavo). All.: Toscano 

Bassano (4-2-3-1): Rossi; Toninelli, Priola, Zanella, Stevanin; Davì, Proietti; Furlan (19’st Cenetti), Nolè (31’st Bizzotto), Iocolano; Pietribiasi (6’st Maistrello). All.: Asta 

Arbitro: Di Martino di Teramo 

Marcatori: 25’ Iocolano (B), 32’ Evacuo (N) s.t. 

Ammoniti: Martinelli, Priola, Davì, Faragò, Miglietta

Espulsi: nessuno

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara Virtus Bassano 1-1: gli Azzurri meritavano la vittoria
NovaraToday è in caricamento