Sport

Azzurra Novara: pesante ko interno contro l’Hockey Bassano 54

I ragazzi di coach Battistella perdono 1-4 una sfida-salvezza importantissima per rimanere in A2

Foto di repertorio

Una di quelle partite da dentro o fuori,e  purtroppo è andata male: l’Azzurra perde la sfida contro l’Hockey Bassano 54, giocata la sera di sabato 6 febbraio al Pala Dal Lago, valida per il campionato di A2; una gara che doveva confermare le ottime impressioni avute dopo il successo della scorsa settimana a Seregno. Invece non è andata bene, complice forse un calo fisico (e mentale) dei ragazzi e soprattutto l’aver sprecato nella prima parte del 1° tempo molte occasioni da rete.

Gli ospiti all’inizio si sono difesi con ordine, poi in contropiede hanno colpito, realizzando due gol con tiri dalla distanza, mentre nell’Azzurra l’ultimo ad essersi arreso è stato capitan Mastropasqua, il migliore dei suoi, autore del momentaneo 1-2. Novaresi in campo agli ordini di coach Battistella con: Marcon, Meli, Civa, Mastropasqua, Camporese; veneti invece con: Merlo, Tottene, Luna, Biasini e Toniolo (allenatore Dubois Nunes).

La prima parte della gara è un monologo dei padroni di casa, che sembrano poter sbloccare la partita da un momento all’altro, ma complici le parate di Merlo e qualche errore di troppo in attacco, il risultato non si sblocca. L’occasione più ghiotta è un rigore di Civa in superiorità numerica non sfruttato dagli azzurri. Al 7’ il risultato si sblocca con capitan Pilati e al 12’ Luna con un bolide dalla distanza raddoppia. L’Azzurra accusa il colpo, ma Mastropasqua ci mette cuore e anima e a 1’ dalla fine del tempo accorcia le distanze.

Nella ripresa stesso copione del 1° tempo: attacchi imprecisi di Camporese e soci e Hockey Bassano pronto ad approfittarne ancor con il duo Pilati (4’) e Luna (21’). Peccato perché un risultato positivo avrebbe dato molta fiducia a tutta la squadra per il proseguo del campionato e invece alla fine si sono visti volti scuri e grande delusione.

Il presidente Baldina comunque continua a crederci: "Poteva essere una partita per un’ulteriore svolta a questa stagione e invece… Ma noi non demordiamo e continueremo a crederci, a cominciare da sabato prossimo, quando andremo a Pordenone per un’altra sfida-salvezza".

Proprio quella con i friulani dell’ex Furlanis sarà il crocevia forse definitivo di questa stagione 2020/21 in A2: si gioca il 13 febbraio alle 20.30.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Azzurra Novara: pesante ko interno contro l’Hockey Bassano 54

NovaraToday è in caricamento