Sport

Motocross: Antonio Cairoli conquista l'MXGP d'Italia

Al Maggiora Park, davanti a 35mila tifosi. Ottima prestazione di David Philippaerts che ottiene il suo miglior piazzamento della stagione. Dominio assoluto di Herlings nella classe MX2

Foto di Francesco Quadraro

Il 7 volte Campione del Mondo Antonio Cairoli trionfa nella decima tappa del Mondiale di motocross, andata in scena ieri, domenica 15 giugno, al Maggiora Park, davanti a 35mila persone.

Sostenuto da un tifo caldissimo per tutta la gara, il messinese è stato poi acclamato da migliaia di tifosi che hanno invaso il circuito per raccogliersi sotto il podio a festeggiarlo.
 
In programma per ieri, domenica 15 giugno, Gara 1 e Gara 2 del Gran Premio d’Italia delle classi MXGP e MX2 oltre alle Gare 2 del Campionato Europeo. Ad anticipare la partenza del MXGP of Italy, un emozionante giro d’onore effettuato da due leggende del motocross: il mitico Johnny O’Mara, che nel 1986 vinse con la squadra statunitense il Motocross delle Nazioni proprio qui a Maggiora, e il grande Alex Puzar, pilota piemontese due volte iridato nella sua carriera.
 
Per quanto riguarda l'MXGP, la Gara 1 è dominata sin dalla prima curva da Antonio Cairoli che conquista l’holeshot. Spettacolare performance del pilota italiano che, sostenuto da un pubblico entusiasta, resiste prima agli attacchi di Clement Desalle - che a causa di una caduta finirà quinto - e poi a quelli di Steven Frossard che nel finale cederà la seconda posizione a Jeremy Van Horebeek. Positiva la prestazione degli italiani con David Philippaerts e Davide Guarneri, che hanno chiuso rispettivamente nono e decimo.
 
Anche in Gara 2 Antonio Cairoli si conferma il più veloce in partenza e con una prestazione senza sbavature domina senza problemi tutta la gara, mantenendo sempre un ampio distacco sul secondo, Jeremy Van Horebeek che a sua volta precede sul traguardo Kevin Strijbos, classificatosi terzo. Da segnalare anche l’ottima prestazione di David Philippaerts che ha lottato per le prime posizioni per più di metà gara fino a quando sono sopraggiunti i due piloti del team Rockstar Energy Suzuki, Kevin Strijbos e Clement Desalle. Philipaerts è riuscito comunque a mantenere la quinta posizione difendendola dai ripetuti attacchi di Shaun Simpsons e ottenendo la sua miglior prestazione del campionato. Davide Guarneri ha chiuso gara 2 con un ottimo ottavo posto.
 
Antonio Cairoli quindi vince per la prima volta sullo storico tracciato di Maggiora e conquista il Gran Premio d’Italia dopo due gare da manuale. A completare il podio il belga Jeremy Van Horebeek e l’olandese Strijbos.
 
La Gara 1 della classe MX2, invece, parte in modo spettacolare con il francese Jordi Tixier e Ivo Monticelli a darsi battaglia al comando della gara, purtroppo in un contatto tra i due ad avere la peggio è il pilota italiano che deve ripartire in coda al gruppo e che in una successiva caduta s’infortunerà, dovendo così rinunciare alla Gara 2. Nel frattempo Jeffrey Herlings domina la gara. Lo svizzero Arnoud Tonus ottiene un ottimo secondo posto che consolida la sua seconda posizione in classifica generale. Jordi Tixier conclude invece terzo.
 
Valentin Guillod è il più veloce di tutti alla prima curva della Gara 2 della classe MX2 e ottiene così l’holeshot. Il pilota svizzero è protagonista di un’ottima gara e mantiene il terzo posto che però perde a causa di una scivolata negli ultimi giri. Il solito imbattibile Jeffrey Herlings vince anche in Gara 2 dopo aver impiegato un solo giro a raggiungere la testa della gara. Al secondo posto si piazza Dylan Ferrandis. La lotta per il terzo piazzamento ha visto tra i protagonisti Arnold Tonus e Jordi Tixier che alla fine ha avuto la meglio.
 
Nella classifica del gran premio della MX2, Herlings conquista a pieni punti il podio, secondo è Jordi Tixier e terzo Arnould Tonus.


 
Nelle Gare 2 della quarta prova del Campionato Europeo delle classi 300 e 250,  dominio degli italiani nella classe 300 che termina con gli stessi risultati di gara 1 tenutasi nella giornata di sabato, con Samuele Bernardini che vince davanti a Marco Maddii. Samuele Bernardini vince ottenendo il primo gradino del podio del gran premio con 50 punti. I due italiani monopolizzano così anche il podio del gran premio relegando al terzo gradino l’ungherese Bence Szvoboda.
 
Più agguerrita e avvincente la gara 2 della classe 250 con la lotta tra il britannico Steven Clarke e il belga Brent Van Doninck. Clarke ha avuto la meglio, mentre il danese Thomas Olsen ha concluso in terza posizione, che gli è stata sufficiente per aggiudicarsi il gran premio davanti al francese Sullivan Jaulin e dal leader della classifica iridata Clarke.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Motocross: Antonio Cairoli conquista l'MXGP d'Italia

NovaraToday è in caricamento