Inaugurata la nuova sede dell'Inter Club Novara Nerazzurra

Al taglio del nastro, il campione interista Nicola Berti

Un momento dell'inaugurazione

E' stata inaugurata sabato 25 maggio la nuova sede dell'Inter Club Novara Nerazzurra. Una grande festa con Nicola Berti nel quartier generale a Lumellogno, in via Muratori 1, presso l’Osteria "I gatt da’mlogn".

Il campione interista, che nel suo palmarès vanta lo scudetto dei record nella stagione 1988-89, le Coppe Uefa vinte nel 1991 e nel 1994 e la Supercoppa italiana 1989, ha dato lustro a un evento speciale che ha visto una grande partecipazione di soci e familiari. Raggiante il presidente Mauro Grieco, in pista con il direttivo del club: "Grazie a tutte le persone che hanno reso possibile una serata indimenticabile come questa e in particolare al Centro Coordinamento Inter. Dopo 31 anni di vita del nostro club i numeri sono sempre più importanti e gli obiettivi raggiunti lo dimostrano: abbiamo raddoppiato i soci passati a 410, diventando il terzo club del Piemonte e il primo come abbonamenti. E questa sera possiamo ufficializzare l’apertura della sede dell’Inter Club Novara Nerazzurra, sezione di Romagnano Sesia. Una grande famiglia che continua a crescere".

La festa per l’inaugurazione era iniziata con la premiazione del torneo di calcio Memorial "Matteo Asperti" (disputato nel pomeriggio a
Lumellogno) affidata all’ex presidente Ernesto Pellegrini che ha guidato la società nerazzurra dal 1984 al 1995, portando a Milano  giocatori come Rummenigge, Matthäus, Klinsmann, Brehme e regalando tanti trionfi ai tifosi interisti. Poi la serata che, alla presenza del sindaco di Novara Alessandro Canelli, del consigliere comunale Matteo Marnati e di due rappresentanti del Centro Coordinamento Inter, Valerio Bressani, che è Inter Club Assistant Manager, e Davide La Rocca, Inter Club Officer, ha avuto un ospite speciale: Nicola Berti, ambasciatore degli Inter Club.

"Un’accoglienza meravigliosa a Novara, sono felice di essere con voi. Mi è sempre piaciuto il contatto con i tifosi e serate come queste mi permettono di stare in mezzo a tanti amici, ha detto l’ex centrocampista nerazzurro, vice campione del mondo con la Nazionale italiana nel 1994, "ero l’unico interista ai Mondiali e questo mi riempie di orgoglio".

Durante la serata, anche una sorpresa per tifosi nerazzurri: a portare i suoi saluti Thomas Schirò, classe 2000, promettente calciatore novarese, in forza alla Primavera dell’Inter come centrocampista. Per lui già tanti trofei in bacheca: Torneo di Viareggio, un campionato, una Supercoppa Primavera e presenze importanti nelle Nazionali Under 15 e 19.

Durante la cena, poi, i discorsi di rito: "Mi complimento con voi per il vostro club e la vostra sede - ha detto Bressani - Non è facile portare
avanti un sodalizio così forte. Che la presenza di Nicola sia una buona gratificazione al vostro lavoro". Non ha potuto partecipare alla serata Dario Baccin, vice di Piero Ausilio, perché in ritiro con la squadra ma ha fatto pervenire a tutti i suoi saluti. Poi un premio al giornalista Luigi Furini e il momento dedicato alla solidarietà con la consegna di un assegno di mille euro ai rappresentanti dell’Abio Novara, espressione novarese dell’Associazione per il bambino in ospedale presso l’Ospedale Maggiore della città: "Un aiuto importante per migliorare la permanenza dei bambini - hanno precisato Venanzio Concas e Anna Garanzini, volontari e membri del direttivo - vi ringraziamo per la vostra sensibilità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, da domenica il Piemonte è zona arancione: cosa è consentito fare

  • Novara, aereo vola basso sulla città: ecco il perchè

  • Coronavirus, Cirio: "Per l'1 o il 3 dicembre il Piemonte sarà in zona arancione"

  • Bambino di 4 anni colpito al volto dal calcio di un cavallo

  • Coronavirus, nuova ordinanza del ministro Speranza: il Piemonte passa in zona arancione

Torna su
NovaraToday è in caricamento