rotate-mobile
Verbano Cusio Ossola

Incidente in una ditta chimica a Gravellona, nessun pericolo per l'ambiente

23 persone sono rimaste intossicate, nessuno è grave. Secondo le analisi di Arpa non ci sono rischi ambientali

Non ci sono rischi per l'ambiente: la fuoriuscita chimica non ha interessato l'esterno della Galvanoplast, la ditta di Gravellona Toce dove ieri, venerdì 11 novembre, c'è stato un incidente chimico.

Dopo l'intervento di vigili del fuoco, 118, carabinieri e polizia, Arpa ha effettuato tutti i controlli. "É stata constatata la fuoriuscita di anidride solforosa causata da una reazione con acido solforico in una vasca contenente bisolfito di sodio - spiegano dall'Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale - Le misure effettuate con strumentazione portatile dal personale esperto dell'Agenzia non hanno mostrato presenza rilevabile di anidride solforosa all'esterno della ditta. Per approfondimenti è stato fatto un campionamento con strumentazione per analisi di laboratorio. Non ci sono stati sversamenti liquidi che abbiano coinvolto la rete fognaria o altro recettore".

Sono 23 le persone che sono rimaste intossicate, tutti dipendenti della ditta: un ragazzo di 21 anni, che si trovava vicino al luogo dove è avvenuto l'incidente, è stato portato in ospedale e tenuto in osservazione, ma le sue condizioni non sono preoccupanti. Anche altre due persone, di 35 e 49 anni, sono state ricoverate per precauzione. Gli altri sono stati portati negli ospedali di Verbania, Domodossola e Borgomanero per essere visitati, ma non hanno subito gravi conseguenze.

Dalle prime ricostruzioni sembra che sia stato un errore umano a provocare l'incidente. Sul fatto è stata aperta un'indagine per appurare le responsabilità. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente in una ditta chimica a Gravellona, nessun pericolo per l'ambiente

NovaraToday è in caricamento