rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Verbano Cusio Ossola

Torna la lince nel Vco: fotografato un esemplare

Il più raro mammifero italiano è ricomparso sulle montagne dell'Ossola

Il più grande felino europeo è tornato nel Vco.

I carabinieri forestali hanno filmato, lo scorso 27 agosto, un raro esemplare di lince euro-asiatica in valle Isorno, a 1700 metri di altezza, nel comune di Montecrestese. L'animale, probabilmente un maschio di giovare età, non veniva identificato dal 2015 nel Vco, quando era stato scoperto un esemplare tra la valle Formazza e la valle Antigorio. 

La lince, considerata pressochè estinta negli anni '80 in Italia, è stata reintrodotta in Europa dal 2001 grazie al progetto europeo "Life Lynx", che ha portato 12 esemplari tra Svizzera e Slovenia: attualmente in Italia si stima che siano 15 gli esemplari, soprattutto nella zona tra Trentino, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Il felino, che pesa tra i 20 e i 30 chili, è lungo circa 1 metro e 20 ed è alto 55 centimetri, non è assolutamente pericoloso per l'uomo, anzi: si tratta di un predatore motlo schivo e difficile da individuare, che si nutre soprattutto di caprioli, cervi e camosci.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna la lince nel Vco: fotografato un esemplare

NovaraToday è in caricamento