rotate-mobile
Sabato, 2 Dicembre 2023
Verbano Cusio Ossola

Arriva anche nel Vco la truffa del "telefono rotto": denunciato dalla polizia un 37enne

Il truffatore è stato individuato grazie alla segnalazione di un uomo residente nel Cusio, che insospettito ha contattato la polizia

"Mamma, sto usando un nuovo numero, il telefono si è rotto, mi mandi un WhatsApp al nuovo numero?". É questo il messaggio che viene inviato a ignari genitori nella cosiddetta truffa del "telefono rotto", con cui i truffatori chiedono soldi alle loro vittime.

Un nuovo tipo di truffa che è arrivato anche nel Vco, dove alcune settimane fa un uomo residente nel Cusio ha ricevuto un messaggio simile e dopo aver aggiornato il contatto del proprio figlio nella rubrica del telefono si è visto recapitare una richiesta di denaro per 2500 euro, soldi che, secondo quanto raccontato dal truffatore, sarebbero serviti per coprire spese impreviste e acquistare un nuovo telefono cellulare.

L'uomo però non è caduto nella trappola e, anzi, si è insospettito e ha denunciato l'accaduto alla polizia di Omegna, che grazie all'Iban fornito per l'accredito della somma richiesta e al numero di telefono usato è riuscita a rintracciare il truffatore. Si tratta di un 37enne friulano, già noto alle forze dell'ordine per reati legati allo spaccio di droga, che è stato denunciato per tentata truffa.

I consigli della polizia per proteggersi da questo nuovo tipo di truffa

"É importante essere scettici - spiegano dalla Questura di Verbania - e verificare sempre le richieste di denaro, anche quando sembrano provenire da familiari. Un contatto diretto con il familiare in questione, attraverso un numero noto e verificato, può aiutare a confermare l'autenticità della richiesta. Inoltre, evitare di cliccare su link sconosciuti e mantenere un'attenta vigilanza sulle richieste di pagamento online può fare la differenza tra cadere vittima della truffa e evitarla. Si invita, in ogni caso, per verificare situazioni che appaiono dubbie o anomale a chiamare il numero di emergenza unico 112 o a recarsi presso gli uffici di polizia per sporgere denuncia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva anche nel Vco la truffa del "telefono rotto": denunciato dalla polizia un 37enne

NovaraToday è in caricamento