menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Roberto Pizzighello

Foto Roberto Pizzighello

Cielo "a pecorelle" e splendido tramonto su Novara: ecco il perchè

L'incredibile cielo di ieri ha lasciato molti novaresi con il naso all'insù

Uno splendido "cielo a pecorelle" nel tardo pomeriggio di ieri, lunedì 23 novembre, ha fatto alzare gli occhi a tantissimi novaresi.

Ma perchè le nuvole avevano quella conformazione particolare? Innanzitutto chiariamo che il detto "cielo a pecorelle, acqua a catinelle" ha una base di verità: le nuvole disposte "a scacchiera", indicano infatti l'attivo di un fronte freddo, che potrebbe portare pioggia (anche se non è stato il caso di ieri). 

Le nuvole di lunedì erano altocumuli, cioè ammassi nuvolosi che si formano quando una massa di aria calda si solleva dal suolo mentre di avvicina ad un fronte freddo. Ad esempio, se arriva un fronte freddo con vento in quota e la massa d'aria calda si trova a dover superare un ostacolo, come una collina o una montagna, la massa è costretta a salire verso l'alto, dove si condensa in nuvole. Una volta superato l'ostacolo però la massa d'aria scende e dissolve la nube: in sostanza si crea una sorta di movimento "ondulatorio" che provoca appunto una serie di "nuvolette" in fila una dietro l'altra, in direzione del vento. La splendida luce del tramonto di ieri poi ha fatto il resto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, il Piemonte verso la zona gialla: le nuove regole

Attualità

Autostrada, chiuso lo svincolo di Novara tra la A4 e la A26

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento