Attualità Carpignano Sesia

Pugno all'arbitro, l'allenatore del Carpignano chiede scusa e si dimette

Anche la società si è scusata con l'arbitro e i tifosi

Dopo il pugno all'arbitro si dimette l'allenatore del Carpignano.

Il fatto è accaduto domenica 26 settembre durante il secondo tempo della partita di prima categoria tra Oleggio Castello e Carpignano. L'allenatore del Carpignano, Giovanni Alosi, era stato espulso dall'arbitro Andrea Felis di Torino e ha reagito colpendo il direttore di gara al volto con un pugno. L'arbitro ha quindi sospeso la partita.

L'allenatore, che rischia 5 anni di squalifica, poche ore dopo l'episodio si è scusato con l'arbitro, con gli avversari e con la sua società, annunciando di aver rassegnato le dimissioni. Anche il Carpignano si è scusato con un comunicato ufficiale, definendo il gesto "contrario all'etica sportiva che ha contraddistinto la propria centeneria storia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pugno all'arbitro, l'allenatore del Carpignano chiede scusa e si dimette

NovaraToday è in caricamento