rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Attualità

L'Unità cinofila provinciale novarese supera il primo esame

L'unità sta completando la formazione come conduttori di cani impiegati  per la ricerca di cinghiali

Si è conclusa  positivamente, nella giornata del 30 novembre, la prima prova, di carattere teorico, che gli agenti della Roberto De Luca e Alberto Prandi hanno dovuto sostenere a palazzo Natta per completare la formazione come conduttori di “cani da limiere” (impiegati  per la ricerca di cinghiali). Si tratta di un ulteriore passo del progetto del Settore Polizia provinciale con il quale si sta dando vita a un’Unità cinofila operativa nel Novarese sulla base del regolamento approvato un anno fa dal Consiglio provinciale.

La commissione giudicatrice presente a palazzo Natta era formata dai colleghi della Polizia provinciale di Belluno, con i quali l’Ente novarese sta collaborando da oltre un anno nell’attività di formazione del proprio personale. Nel mese di gennaio, la stessa commissione si esprimerà anche per quanto riguarda la prova pratica, nella quale sarà coinvolta anche Bonnie, la Deutscher Jagdterrier arrivata la scorsa primavera e che è di proprietà di uno dei due agenti novaresi (la Provincia di Novara interviene con un rimborso per le spese di sostentamento dell’animale). Anche Bonnie sta completando l’addestramento sia per la ricerca di cinghiali, sia anche per le attività di recupero della fauna selvatica.

Tra le attività di formazione che si sono aggiunge nell’ultimo periodo per gli agenti novaresi, c’è anche quella organizzata dall’Enci al Centro cinofilo biellese di Ciflenga: questa consentirà di ottenere l’abilitazione di addestratori di cani da lavoro da utilizzare negli interventi di tutela territoriale e dell’ambiente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Unità cinofila provinciale novarese supera il primo esame

NovaraToday è in caricamento