Trecate, in arrivo 27 nuove telecamere da installare agli incroci sensibili

Gli impianti di videosorveglianza saranno posizionati in tutti i quartieri della città

I punti in cui posizionare le nuove telecamere scelti anche grazie alle segnalazioni dei cittadini

A Trecate arrivano 27 nuove telecamere, che saranno installate agli incroci "sensibili" entro febbraio.

"Dopo un’accurata analisi del territorio - ha commentato l'assessore alla Sicurezza Alessandro Pasca - sono stati scelti i punti in cui posizionare queste nuove telecamere anche grazie alle segnalazioni dei cittadini. In questo modo viene implementata la rete di videosorveglianza pubblica per assicurare ai trecatesi sempre maggior sicurezza".

Le zone scelte non riguardano solo il centro storico, ma coinvolgono tutti i quartieri: impianto semaforico all’incrocio tra via Novara, via Tiro a Segno e via Manzoni; rotonda di Santa Maria (via Novara, via Barassino e via Sozzago); rotonda tra via Rimembranze, via dei Fiori e via Po - quartiere San Bernardo; impianto semaforico all’incrocio tra via Rimembranze (sottopassaggio), via Pellico, via Volta e via Mazzini; incrocio via Clerici, via Romentino, via Ferraris - zona Parco Cicogna; rotonda "del Ponte" tra via Matteotti, via Macallè e corso Roma; incrocio tra via Isonzo e via Tasso - quartiere San Cassiano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"I nuovi 27 apparecchi - ha spiegato il sindaco Federico Binatti - vanno a sommarsi ai 13 varchi cittadini (26 telecamere di contesto e 26 fotocamere per la rilevazione targhe, due per l’ingresso e due per l’uscita), al progetto di videosorveglianza privata, alle 46 telecamere di contesto, a quelle posizionate nelle vie del centro storico (via XX settembre, via Fratelli Russi, piazza Cavour e, a breve, via Mazzini), in vicolo Bordiga e in piazza Cattaneo (dove è possibile anche il riconoscimento facciale come allo stadio di San Siro). L’amministrazione è fiera di questo progetto così articolato: siamo stati i primi a realizzare un impianto di videosorveglianza ramificato in tutti i quartieri della nostra città. In questo modo abbiamo coperto le aree più sensibili del territorio, continueremo a migliorare il sistema di videosorveglianza nel miglior modo possibile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto a Novara: è morto Renato Stella

  • Coronavirus, la richiesta dei medici agli avvocati: "Fermate la pubblicità delle consulenze gratuite per azioni contri i dottori"

  • Coronavirus, le previsioni: quando potrebbero azzerarsi i contagi a Novara e in Piemonte

  • Coronavirus: in Piemonte 29 nuovi decessi, 38 pazienti guariti e altri 144 “in via di guarigione”: i casi totali sono 7.228

  • Coronavirus, 6.708 casi in Piemonte: 46 nuovi decessi e 32 persone guarite

  • "I malati di coronavirus potrebbero essere curati a casa, ma non ci sono i farmaci". Il racconto di un medico di base novarese

Torna su
NovaraToday è in caricamento