menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le ragnatele sui campi novaresi (foto Roberto Pizzighello)

Le ragnatele sui campi novaresi (foto Roberto Pizzighello)

Filamenti bianchi sulla città: le ragnatele invadono il cielo e i campi novaresi

Tra alieni, scie chimiche e bioingegneria, quali sono le spiegazioni scientifiche del fenomeno

Strani fili appiccicosi che cadono dal cielo sulla città: come accade quasi tutti gli anni a ottobre su Novara stanno scendendo filamenti bianchi trasportati dal vento. Anche i campi sono pieni di queste ragnatele, che avvolgono interamente gli steli rimasti.

I teorici del complotto sostengono che si tratti di bioingegneria per il controllo del clima, altri danno la colpa alle scie chimiche, altri ancora associano la presenza dei filamenti agli avvistamenti alieni o ad apparizioni della Madonna.

Ma qual è la verità? Cosa sono questi lunghi fili appicciccosi che coprono i campi e sono spinti dal vento anche in città? 

Le ragnatele volanti

Innanzitutto bisogna chiarire che le spiegazioni scientifiche possibili sono diverse, a seconda delle zone: nell'area della Pianura Padana il fenomeno è sempre uguale e si ripete ogni anno da secoli (le prime cronache risalirebbero al 1500).

Il fatto poi che questi lunghi filamenti che sembrano ragnatele spesso siano piene di ragni già di per sè fornisce una spiegazione: sembrano ragnatele perchè, secondo quanto spiega il blog scientifico Scientificast, lo sarebbero.

Niente alieni, scie chimiche o controllo del clima quindi. Si tratterebbe infatti del fenomeno del ballooning, ossia un modo di spostarsi nell'aria utilizzato da diversi ragni e da altre specie di insetti, già attestato in Italia da secoli. I ragni infatti secernono il filamento, che non è altro che seta, in modo da essere trasportati dalle correnti e migrare. Inoltre in questa stagione, come i contadini sanno bene, tutti i campi vengono ricoperti da queste ragnatele.

Niente di "misterioso" quindi, ma un semplice fenomeno naturale che, per altro, avviene da secoli e che i contadini conoscono bene. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, il Piemonte resta in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Economia

    Dopo Borgomanero, McDonald's arriva anche a Oleggio

  • Attualità

    Coronavirus, come procedono i vaccini in Piemonte?

Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento