Edilizia scolastica: al via i lavori in dieci scuole della provincia

Il settore ha stanziato interventi per un totale di 831.631,64 euro che partiranno nelle prossime settimane

Sono dieci gli edifici scolastici per i quali la Provincia di Novara darà il via nelle prossime settimane a una serie di interventi per un totale di 831.631,64 euro. A essere coinvolti sono: il Liceo scientifico “Antonelli” di Novara con una spesa di 59.283.67 euro, lo stabile di via don Minzoni e lo stabile di via Moro del’Itis “Da Vinci” di Borgomanero con una spesa rispettiva pari a 82.828,55 euro e a 54.014.83 euro, l’Itas “Cavallini” di Lesa con una spesa di 72.276,11 euro, l’Iti “Fauser” di Novara con una spesa di 40.663.32 euro, il Liceo scientifico “Galilei” di Gozzano con una spesa pari a 50.287, 03 euro, il Liceo classico-linguistico “Carlo Alberto” di Novara con una spesa pari a 33.936.50 euro, l’istituto “Ravizza” di Novara con 135.570.21 euro, la succursale di via Camoletti dell’Iti “Fauser” e del Liceo coreutico “Casorati” di Novara per 136.899 euro e l’Ipsia “Bellini” di Novara per 154.872,42 euro. 

“Come annunciato in precedenti occasioni – ha detto il consigliere provinciale Andrea Crivelli – si tratta di un investimento particolarmente rilevante, attraverso il quale arriveremo alla messa in sicurezza di dieci scuole su dodici. La Provincia ha investito, sta investendo e investirà risorse significative in questa direzione: il nostro obiettivo è ottenere ambienti dove alunni, insegnanti e personale non docente possano svolgere al meglio le attività e, soprattutto, farlo in sicurezza”.

Passo successivo sarà l’efficientamenteo energetico degli edifici che, “tra l’altro, è pienamente rispondente all’impegno e alla sensibilità dell’amministrazione e degli studenti rispetto alle tematiche ambientali, - ha continuato Crivelli - oltre al finanziamento del Por Fesr destinato all'Ipsia Bellini di Novara, per un complessivo importo pari a 1.300.000 euro, entro il 2020 si avvierà il progetto della Fondazione cariplo “Territori virtuosi” che permetterà di migliorare la resa energetica degli edifici grazie a forme di partenariato pubblico-privato. Unitamente a quanto previsto per altri quattro edifici, ossia l’Iis “Pascal” di Romentino, il Liceo artistico di Romagnano, l’Itg “Nervi” di Novara e l’Iti “Omar” di Novara, quest’anno prevediamo di arrivare alla Segnalazione certificata di inizio attivitàanche.questi dieci edifici: infine – conclude il consigliere – arriveremo a un totale di sedici edifici a norma rispetto ai due del novembre 2018”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, Cirio: "Per l'1 o il 3 dicembre il Piemonte sarà in zona arancione"

  • Coronavirus: +2641 casi in Piemonte, a Novara ricoveri in risalita

  • Coronavirus, all'ospedale di Novara 238 ricoverati e 5 decessi

  • Ahmadreza Djalali, si avvicina la pena di morte per il ricercatore novarese detenuto in Iran

  • Motocross tra le risaie del Torrion Quartara: 2400 euro di multe per 3 motociclisti

Torna su
NovaraToday è in caricamento