Domenica, 1 Agosto 2021
Attualità

Novara, torna Streetgames: sarà però un'edizione speciale

Un'unica serata in cui saranno protagoniste le associazioni locali per vincere un montepremi

Foto di repertorio

Dopo un anno di assenza, torna Streetgames, uno degli appuntamenti più attesi dell'estate per i novaresi e non. Le regole e i protocolli non consentono ancora una manifestazione "normale" e così gli organizzatori hanno scelto un piano B, ossia l'evento Summerpeople, che ingloba il Givin'Back, il progetto sociale di Streetgames.

“Summerpeople” è un format dedicato ai ragazzi delle realtà sportive del territorio: giovedì 15 luglio, al PalaIgor di Novara a partire dalle 19.30, le società, rappresentate da tre atleti e un referente, si sfideranno a colpi di quiz (le porte non saranno del tutto aperte per garantire la massima sicurezza alle persone presenti). Domande sportive e molto speciali, a metterci lo zampino il capitano della Igor Volley Cristina Chirichella, il calciatore del Cagliari “amico” di Novara Paolo Faragò e l’icona del basket italiano Matteo Soragna: tutti e tre gli atleti sono stati eccezionali nel concedere un po’ del loro tempo per realizzare curiose dirette social.

Le prime tre squadre riceveranno un montepremi in denaro da utilizzare per aiutare quelle famiglie che faticano a regalare ai propri figli la magia dello sport. Ai primi classificati sarà consegnato un buono da mille euro, ai secondi da 600 euro e ai terzi da 400 euro. E durante la serata verranno comunicate anche importanti novità: del resto è più di un anno che non ci vediamo.

Il presidente di Streetgames Michele Belletti: "E’ una bella sensazione essere qui a parlare di Streetgames dopo oltre un anno, anzi quasi due, in cui si è potuto fare nulla. Rappresenta per noi una ripartenza e abbiamo scelto il nostro Givin’Back sia perché non c’è modo ora di poter pensare a Streetgames che tutti conoscono, - spiega - sia perché vogliamo provare a tendere una mano a chi, fra le altre, ha patito molto questo periodo, ossia le società sportive. E visto che le realtà sportive sul territorio per fortuna sono tante abbiamo scelto un sistema meritocratico ideando un format a qui: così non saremo noi a scegliere chi sostenere ma ci sarà una vera classifica, proprio come nello sport".

"Streetgames è, da parecchi anni, uno degli appuntamenti più attesi in città. Purtroppo, l’emergenza sanitaria ha impedito l’organizzazione di questo evento lo scorso anno, portando gli organizzatori, per questa nuova edizione, a ripensare l’iniziativa in modo da poter far partecipare il pubblico nel rispetto delle misure di sicurezza; - dicono il sindaco di Novara Alessandro Canelli e l’assessore allo Sport Marina Chiarelli - un evento che si svolgerà al PalaIgor certamente diverso da quello a cui siamo stati abituati, ma altrettanto coinvolgente ed appassionante. Questi mesi sono stati molto difficili, ma hanno anche fatto emergere aspetti importanti: il mondo associativo non si è mai arreso, anzi… Le associazioni si sono rivelate la vera forza della nostra comunità, non solo quelle che hanno contribuito durante questa emergenza mettendo in campo le proprie forze, ma anche quelle che hanno dovuto rinunciare ai propri eventi, senza perdere la speranza di poterli prima o poi riproporre. Un chiaro segnale di passione e di impegno che si concretizzano oggi in questa iniziativa, con l’auspicio che, quanto prima, si possa tornare in ogni settore alla normalità del passato".

"Gli Streetgames 2021– commentano il presidente della Provincia di Novara Federico Binatti e il consigliere delegato allo Sport Ivan De Grandis – sono un preciso segnale di ritorno alla normalità dopo un anno di chiusure forzate e di assenza di una delle manifestazioni più attese del nostro territorio, nella quale il nostro Ente ha sempre creduto e che ha sempre appoggiato. Come noto, lo Sport è stato uno dei settori maggiormente penalizzati dalla pandemia: gli Streetgames segnano la fiduciosa restituzione al Novarese di un appuntamento che è diventato, negli anni, una vera e propria tradizione. Ci fa piacere constatare che, pur nella sua versione ridotta e diversa, gli organizzatori abbiano scelto, con l'appuntamento del 15 luglio, un ritorno all'insegna del sostegno ai giovani e ai giovanissimi che, in questo lungo anno, non hanno potuto praticare una regolare attività a causa delle restrizioni. Anche questo è un modo di essere protagonisti e di lanciare un importante messaggio, riaccendendo finalmente i riflettori sullo Sport, occasione di aggregazione, divertimento e crescita per tutti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara, torna Streetgames: sarà però un'edizione speciale

NovaraToday è in caricamento