rotate-mobile
Cronaca

Estate Novarese: cala il sipario con la "Notte del Sacro"

L'iniziativa, giunta alla terza edizione, è in programma per sabato 22 settembre. Quest'anno il tema è "Culture a confronto". Il pubblico, inoltre, potrà anche visitare tre chiese novaresi: San Gaudenzio, San Marco e il Monserrato

Torna in città l'appuntamento con la "Notte del Sacro".

La manifestazione, giunta alla sua terza edizione ed organizzata dall'associazione culturale Progetto Tanzio da un'idea di Francesco Gonzales, è in programma per sabato 22 settembre a Novara.

La nuova edizione dell'evento, inserita nel cartellone dell'Estate Novarese, si differenzia dalle precedenti, allargando la propria offerta culturale. Il sottotitolo dell'evento sarà infatti "Culture a confronto". L'iniziativa è nata con il contributo dell'Atl della Provincia di Novara, della Fondazione delle Comunità del Novarese Onlus, del Comune di Novara e dell'Ufficio Beni culturali della Diocesi novarese, e con la collaborazione delle Parrocchie Unite Novara Centro.

"Si è scelto di ampliare il tema del Sacro - ha commentato Francesco Gonzales - per dare la possibilità al pubblico di confrontarsi e di sperimentare sempre nuove voci all'interno del ricchissimo panorama dedicato al tema". Quest'anno è stata scelta l'India, ed in particolare il teatro tradizionale della regione del Kerala, come nazione ospite.

E dal poema sacro induista Bhāgavatam è tratta l’esibizione della grande artista Maryse Noyseaux, somma esperta della prassi dell’antico Katakali, una delle forme più antiche di danza e teatro dell’India. Si tratta di una combinazione spettacolare di teatro, danza, musica e rituali. I personaggi con i volti dipinti di colori accesi e con costumi elaborati rimandano alle storie epiche indù, tratte dal Mahabharatha e dal Ramayana.

Cuore della notte sarà un evento eccezionale: la rappresentazione de "Interrogatorio  a Maria" di Giovanni Testori all’interno della Basilica di San Gaudenzio, interpretata da Milvia Marigliano. Luogo caro a Testori e in cui, nel 2009, si è tenuta la mostra dedicata allo strettissimo rapporto che lo scrittore e drammaturgo ebbe con la città e con i suoi capolavori d’arte.

A chiudere l’evento, nella cornice della chiesa di San Marco, il concerto d’organo del Maestro Alberto Sala, con musiche del repertorio del 600 e 700 tedesco.

Tre appuntamenti completamente differenti l’uno dall’altro, che hanno come comune denominatore il Sacro.

In contemporanea il pubblico potrà visitare tre chiese novaresi: San Gaudenzio, San Marco e il Monserrato accompagnate da guide che aiuteranno il visitatore a riconoscere e ad apprezzare le numerose opere d’arte conservate nei preziosi monumenti novaresi, ponendo l’accento sulla facies cinquecentesca di questi monumenti.

La Notte del Sacro è infatti inserita nel progetto di didattica Museo diffuso del Cinquecento a Novara sempre a cura dell’associazione Progetto Tanzio con il supporto della Fondazione delle Comunità del Novarese Onlus.

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estate Novarese: cala il sipario con la "Notte del Sacro"

NovaraToday è in caricamento