rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Cronaca

Novara, settembre è il mese della Festa dei Popoli

Cinque giorni di eventi, storie e tradizioni all'ombra della Cupola di San Gaudenzio. Ferrari: "La Festa dei Popoli è la festa della città di Novara"

Torna in città la seconda edizione della Festa dei Popoli, che dopo la positiva esperienza dello scorso anno si trasforma in un vero e proprio festival di cinque giorni dedicato ai temi dell'immigrazione e dell'integrazione.

Diversi saranno gli appuntamenti in programma: si comincia mercoledì 18 settembre con il seminario "Seconda generazione in corso: esperienze di cittadinanza", appuntamento alle ore 14 presso il liceo classico Carlo Alberto. Durante l'incontro sarà presentato il nuovo coordinamento Gentes, messo in piedi dal Centro Servizi per il volontariato della provincia di Novara.

"Questa festa - ha commentato il presidente del Csv Novara Daniele Giame - è un appuntamento importante per noi, perchè è legata ai principi fondanti che reggono i centri servizi per il volontariato".

Giovedì 19 settembre, la festa continua al Piccolo Coccia con la proiezione (alle ore 18) del documentario "18 Ius Soli", a cui seguirà l'incontro con le vincitrici novaresi del Concorso letterario nazionale Lingua Madre. Venerdì 20 settembre, l'auditorium della Banca Popolare di Novara ospita il convegno organizzato dall'Ordine degli psicologi del Piemonte in collaborazione con l'assessorato alle Politiche sociali della Provincia di Novara. Titolo dell'incontro: "Identità sospese: nascere e crescere in terra straniera". In serata, invece, Abacashì organizza una cena indiana vegetariana. Sabato 21, poi, l'appuntamento è presso l'ex campo Tav (dalle 17 alle 20) con l'evento "Diritti in campo"; presso la Stadio di Vignale, inoltre, ci saranno le eliminatorie del Torneo dell'Amicizia. La vera e propria Festa dei Popoli si terrà durante la giornata di domenica 22 settembre: si parte alle 10,30 con un incontro sul microcredito alla Barriera Albertina, si prosegue con la rappresentazione teatrale sulla Costituzione messa in scena dai piccoli artisti della Scuola Don Ponzetto (ore 14,45 al Broletto) e il reading con Maria Rosa Franchini "L'autobus di Rosa". Dal mattino alla sera, poi, piazza del Duomo accoglie le associazioni, oltre a laboratori, eventi, mostre e tanto altro ancora.

"La Festa dei Popoli - ha commentato l'assessore alle Politiche sociali del Comune di Novara Augusto Ferrari - è la festa della città di Novara, perchè la nostra città è fatta di tanti popoli. Ci piacerebbe che questo importante appuntamento possa diventare una tradizione novarese".

La manifestazione gode del patrocinio della Provincia e del Comune, oltre al sostegno della Fondazione Bpnn per il territorio, della Fondazione Comunità del Novarese, di Micro Credico e di Cen (Comunità ecosostenibile novarese).

"Questa festa - ha aggiunto l'assessore all'Istruzione Margherita Patti - è l'ennesima dimostrazione che un'altra Novara è possibile. E' necessario lanciare un nuovo e diverso modo di vivere la città e di essere cittadini. Per questo è importante il coinvolgimento delle scuole, che sono quei luoghi dove meglio che in città c'è vera integrazione".

Quest'anno la Festa dei Popoli è anche l'occasione per presentare il neo-nato coordinamento Gentes, che non è altro che un insieme di associazioni che collaborano e lavorano insieme per creare progetti di volontariato e integrazione. Il coordinamento sarà costituito dopo la festa e sarà permanente; ad oggi raccoglie già circa 13 associazioni, ed è aperto ad accoglierne altre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara, settembre è il mese della Festa dei Popoli

NovaraToday è in caricamento