Provincia, al via i colloqui per orientare 230 giovani disoccupati

Il progetto rientra nel piano di Garanzia Giovani e si rivolge soprattutto a quei giovani che non studiano e non lavorano, con un bonus per le imprese che li ospiteranno

Saranno 230 i giovani che nel corso del mese di maggio affronteranno un colloquio di orientamento al lavoro con psicologhe dello sportello orientamento della Provincia di Novara.

Il progetto rientra nel piano di Garanzia Giovani nazionale avviato in Piemonte e gestito dai centri per l'impiego provinciali. I giovani che avranno accesso a questa opportunità rientrano in un elenco di iscritti al portale Garanzia Giovani da più di quattro mesi che non abbiano ricevuto ancora alcuna offerta di lavoro e/o di tirocinio.

"Questi giovani - ha spiegato il dirigente del settore formazione professionale, lavoro e politiche sociali Alessio Sarcinelli - avranno la possibilità, una volta verificato che hanno ancora diritto di restare in graduatoria, di essere avviati ad un processo di orientamento personale di 2 ore e ad un laboratorio formativo di 8 ore, che dovrebbe dare loro qualche probabilità in più di essere contattati e trovare un impiego".

L'obiettivo del progetto è infatti quello di avvicinare i giovani al mondo del lavoro. La stessa procedura sarà proposta a tutti i giovani che mensilmente verranno segnalati ai centri per l'impiego dalla Regione.

"Garanzia Giovani rappresenta - ha commentato Biagio Diana, consigliere provinciale con delega al Lavoro - una risposta concreta, pensata soprattutto per quei ragazzi che non studiano e non lavorano. Un'opportunità importante per rimettersi in gioco e avviare una esperienza lavorativa e formativa retribuita. Ma Garanzia Giovani non è utile solo ai giovani disoccupati, ma anche alle aziende del territorio, che possono essere aiutate nella ricerca del personale".

Nel corso del colloquio orientativo saranno esaminate le potenzialità professionali del giovane e rilevate le eventuali carenze, tutto nell’ottica di favorire la più rapida e proficua occupabilità. Dove necessario i ragazzi saranno avviati a percorsi di rafforzamento delle competenze professionali mediante un apposito percorso formativo.

Le aziende che attiveranno le offerte di lavoro o di tirocinio tramite il portale Garanzia Giovani potranno usufruire dei vantaggi previsti: ovvero un bonus di 3mila euro per ogni tirocinio di sei mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, da domenica il Piemonte è zona arancione: cosa è consentito fare

  • Novara, aereo vola basso sulla città: ecco il perchè

  • Incidente sul lavoro a Novara: morto un operaio di 36 anni

  • Coronavirus, decreto per Natale: no agli spostamenti tra comuni e regioni per le feste

  • Bambino di 4 anni colpito al volto dal calcio di un cavallo

  • Dpcm del 3 dicembre, le nuove regole per Natale 2020: cosa cambia a Novara

Torna su
NovaraToday è in caricamento