menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sul Lago Maggiore arriva "Seabin", il cestino galleggiante che filtra le plastiche del lago

Come funziona

Un dispositivo semplice, ma utile per raccogliere in un anno in media oltre 500 chilogrammi di rifiuti plastici comprese le microplastiche e le microfibre. È il Seabin installato da Coop sul Lago Maggiore presso la Cooperativa Pescatori E Acquicultori Del Golfo Di Solcio grazie alla collaborazione con LifeGate.

Il Seabin è una soluzione efficace ed efficiente, un vero e proprio cestino che galleggia a pelo d'acqua, e che viene installato nei “punti di accumulo” dove i venti e correnti marine tendono a far depositare i detriti galleggianti, riuscendo così a 'catturare' i rifiuti, dai più grandi fino alle microplastiche, mentre una piccola pompa espelle l'acqua filtrata. È in grado di lavorare 24 ore su 24, sette giorni su sette, pompa fino a 25.000 litri d'acqua all'ora e necessita di interventi di svuotamento e pulizia. 

Il Lago Maggiore come tutti i laghi subalpini del nord Italia, subisce la pressione antropica di regioni densamente popolate. Recentemente, insieme alla valle del Ticino, ha conseguito il riconoscimento da parte dell’Unesco di area MAB (Man and the Biosphere) un programma scientifico per promuovere un rapporto equilibrato tra uomo e ambiente, attraverso la tutela della biodiversità e le buone pratiche dello Sviluppo Sostenibile. A seguito dei cambiamenti climatici, le analisi dei ricercatori del CNR-Irsa di Verbania indicano che lo stato qualitativo delle acque e lo stato ecologico complessivo del bacino lacustre del Verbano, oltre che alla pressione antropica, appare condizionato da fattori meteo-climatici, con variazioni a lungo termine (aumento della temperatura atmosferica) ed episodi a breve termine, come le precipitazioni brevi e intense.

Le ricerche condotte dal team scientifico di Goletta dei Laghi di Legambiente, in collaborazione con ENEA, stimano una presenza media di microplastiche nelle acque del Lago, pari a 605.638 particelle per chilometro quadrato di superficie. In colonna d’acqua è stato invece rilevato un dato medio di 1,99 particelle per metro cubo di acqua filtrata. Una delle situazioni più significative e complesse rispetto agli altri grandi laghi lombardi. L’adesione a LifeGate PlasticLess aggiunge un ulteriore avanzamento rispetto all’obiettivo ambientale di Coop. Dopo i Seabin posizionati a Firenze, Pescara e Genova, oggi la campagna “Le nostre acque” di Coop Italia, arriva nel Lago Maggiore, a Solcio di Lesa, per la quarta delle 25 tappe per altrettanti Seabin che Coop installerà in accordo con le cooperative di consumatori presenti sui vari territori. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento