Provincia, Bona: "L'Europa penalizza l'Interreg"

La Commissione europea del Programma Operativo di Cooperazione Transfrontaliera ha cancellato i finanziamenti di 100 milioni di euro dal fondo europeo di sviluppo regionale. Per Bona "è intollerabile"

"Questa non è certamente l’Europa dei Popoli, ma quella dei burocrati".

E' questo il duro commento del commissario della Provincia di Novara Luca Bona alla notizia che la Commissione europea del Programma Operativo di Cooperazione Transfrontaliera Italia-Svizzera 2014-2020 ha praticamente cancellato i finanziamenti di 100 milioni di euro dal fondo europeo di sviluppo regionale. I fondi si sarebbero aggiunti ai 17 milioni di euro stanziati dall’Italia e ai 9 milioni di euro versati dalla Svizzera.

"E' intollerabile - ha detto Bona - che un programma avviato da tanti anni venga cassato in questa maniera e con la scusa dell’eccessivo squilibrio economico tra le parti. L’Interreg, che dura da diversi anni, ha sempre vitalizzato economicamente i nostri territori e la cooperazione transfrontaliera, ha e rappresenta un mezzo operativo concreto e all’avanguardia che ci permette di affrontare situazioni e problematiche complesse, altrimenti di difficile risoluzione".

La voce del commissario Bona si aggiunge a quella di Regione Piemonte e Lombardia, e del Canton Ticino, nel reagire con fermezza a questa decisione per scongiurare la prospettiva di veder invalidare una serie di progetti già in itinere.

"Non siamo e non dobbiamo essere semplici spettatori nella realtà dei nostri territori - ha sottolineato Bona - abbiamo il dovere di intervenire concretamente contro questa assurda decisione, presa da persone che non conoscono l’ambito in cui questo progetto Interreg agisce, penalizzando progetti che hanno ricadute sia in Insubria e nella vicina Svizzera".

"Siamo alle solite - ha concluso Bona - l’Europa è sorda alle nostre richieste, lo sta facendo per la questione riso ed ora attacca volutamente con decisioni inique i nostri territori. L’Europa deve essere un’opportunità e non certamente, come sta diventando, un peso che schiaccia la nostra economia e la nostra gente".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, da lunedì 26 ottobre a Novara (di nuovo) niente più visite e ricoveri non urgenti

  • Coronavirus, coprifuoco in Piemonte dalle 23 alle 5: la nuova autocertificazione

  • Cambio dell'ora, torna quella solare: si dorme un'ora in più

  • Coronavirus, da lunedì anche in Piemonte coprifuoco dalle 23 alle 5

  • Coronavirus, Conte ha firmato il Dpcm: bar e ristoranti fino alle 18, chiuse palestre e piscine

  • Novara, due risse sabato sera: una in centro e una in viale Kennedy

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento