rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
social

La storia di Mastro Geppetto: l'artigiano di pinocchi che incanta il mondo

Il racconto di Giuseppe Piana e la sua "fabbrica" alla Piana di Fornero, in Valle Strona

Alcuni pinocchi di Mastro Geppetto

Giuseppe ha la barba bianca e le mani sporche di vernice rossa quando ci accoglie nel suo regno. Tutti qui, a Fornero, in Valle Strona, lo conoscono come "Mastro Geppetto" e possono testimoniare la determinazione e il successo che accompagnano la sua storia nel settore dell'artigianato, da giovane operaio nella fabbrica del padre a un vero simbolo del Pinocchio italiano.

Quando Giuseppe aveva quindici anni, si unì all'attività di famiglia come apprendista, dove la produzione principale, ai tempi, consisteva negli alberghi e nelle casette del Monopoli, oltre a componenti per i Pinocchi. Ma la svolta avvenne 52 anni fa, quando Giuseppe decise di puntare tutto sui celebri burattini di legno, con una passione e una manualità che solo Geppetto potrebbe avere.

Mastro Geppetto

Da lì è stata una crescita continua, anche se non priva di difficoltà. "Credo che la parte più difficile non sia la produzione, ma il commercio" ci racconta Giuseppe. "Trovare dei punti vendita e avere a che fare con negozi e grossisti non è per niente facile."

Ci sembra di capire, però, che questo signore dal sorriso gentile abbia sempre affrontato tutto con un grande coraggio e una forza che lo continuano a contraddistinguere, con poca dimestichezza con la tecnologia odierna, ma molta dimestichezza con il duro lavoro, senza dimenticare le emozioni. 

Le creazioni di Mastro Geppetto

E se un tempo il Pinocchio era venduto solo in Toscana, la patria di Collodi, adesso è diventato quasi un simbolo italiano. Ne è la dimostrazione proprio lui, Mastro Geppetto, che dalla sua fabbrica in Valle Strona spedisce e vende in Italia e all'estero, dove tutti apprezzano il lavoro artigianale italiano, oltre che i protagonisti delle sue creazioni. "Dopo il Covid, dopo 18 mesi di vendite ferme a causa del blocco nel turismo, siamo ripartiti ancora meglio di prima" sottolinea Giuseppe. Funziona tutto col passaparola, e a lui va bene così. Un'attività rimasta nelle sue mani e in quelle della sua famiglia, che ancora dipingono tutti i prodotti con minuzia e precisione. Un artigianato d'altri tempi, forse, ma che resiste per la qualità e per l'amore che è difficile non notare.

La verniciatura

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La storia di Mastro Geppetto: l'artigiano di pinocchi che incanta il mondo

NovaraToday è in caricamento