menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una foto di scena del film

Una foto di scena del film

"La natura si riprende i suoi spazi", alla scoperta della storia locale attraverso i luoghi abbandonati del novarese

In uscita nel mese di giugno, il nuovo film del regista novarese Salè omaggia i paesaggi dimenticati dall'uomo

Un viaggio tra i luoghi abbandonati del novarese per riscoprire la storia del nostro territorio. La natura è la protagonista indiscussa del nuovo film del regista novarese Enrico Omodeo Salè, dal titolo "La natura si riprende i suoi spazi", attualmente in fase di realizzazione e in uscita nel mese di giugno. Ad accompagnarlo, le musiche del compositore novarese Andrea Fabiano.

Il trailer, da poco rilasciato sul canale Youtube dell'artista, mostra, attraverso riprese aeree e da terra, una serie di spazi e edifici abbandonati dall'uomo. Vecchie cascine, stazioni, abitazioni, sono i protagonisti di questo film, ambientato in buona parte nelle terre del riso, tra Novara, Vercelli e la Lomellina. 

"L'idea è quella di raccontare e valorizzare - spiega il regista - attraverso una narrazione poetica, luoghi apparentemente non importanti, ma che testimoniano epoche passate, storie umane e sociali." Luoghi che saranno protagonisti di una mostra fotografica a cura di Malu Fontana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, il Piemonte resta in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Economia

    Dopo Borgomanero, McDonald's arriva anche a Oleggio

  • Attualità

    Coronavirus, come procedono i vaccini in Piemonte?

Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento