rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Sport

Novara-Juve Stabia 1-1| Un pari dal sapore amaro

Gonzalez e Tesser tra le fila degli Azzurri e Braglia e De Filippis per la Juve Stabia vengono espulsi. Un vivace Stabia cerca di mettere in difficoltà il Novara che, nonostante abbia giocato in 10 per quasi tutta la partita, domina

Il campionato di serie B è molto lungo, ogni punto è importante, non bisogna mai perdere la speranza, ma oggi i tre punti ci stavano tutti. C’è bisogno di tempo per crescere e recuperare gli infortunati.

IL MATCH –  Bastano 5 minuti al Novara per passare in vantaggio con un lento rasoterra di Parravicini. Gli ospiti cercano di reagire con  Genevier, ma Ghiringhelli si fa trovare pronto. All’8 Tesser è già costretto a sostituire Mehmeti, pedina importante in attacco al posto di Piovaccari. Al 17’ Alhassan manca clamorosamente lo specchio della porta frutto di un bellissimo tiro, poi Piovaccari viene fermato sul filo del fuorigioco dal primo assitente di Di Paolo. Al 19’ Improta rischia di accorciare le distanze grazie ad un pasticcio della difesa novarese. Alla mezz’ora Lazzari rimane smarcato sulla fascia, riceve palla, ma non tira subito e l’azione si perde sul fondo. Al 34’ Gonzalez viene espulso per fallo su Scognamilio, ma l’arbitro commette un grave errore: non espelle il campano reo, da terra, di aver scalciato contro il novarese, provvedimento non preso e decisione resa ancora più grave dal fatto che il primo assistente si trovasse proprio di fronte all’azione. Le veementi proteste del  Piola si fanno sentire, ma portano soltanto all’espulsione di Tesser. Al 38’ il vice Marianini ci prova dalla distanza, ma il pallone finisce sopra la traversa. Al 40’ la Juve Stabia raggiunge il Novara con Improta che, già vicino al gol più volte, approfitta di un attimo di smarrimento e nervosismo della compagnie azzurra e porta la sua squadra in parità prima del riposo.

Nel secondo tempo da una punizione sulla fascia la Juve rischia di fare un altro punto con Bruno, ma il pallone va fuori. Al 53’ punizione dal limite dell’area , batte Zito che guadagna un corner. Al 61’ gli Azzurri chiedono un calcio di rigore per atterramento di Piovaccari, ma l’arbitro lascia proseguire, ma lo show non è finito: Di Paolo manda fuori anche mister Braglia. La partita è persa, il fischietto non riesce più a tenerla. Al 68’ per gli Azzurri poteva arrivare il gol del vantaggio con un pallonetto di Piovaccari che sfortunatamente finisce di poco sopra la traversa. All’82’ scontro tra portiere e Piovaccari al limite dell’area, l’arbitro sbaglia ancora non prendendo nessuna decisione e solo allo scadere riesce ad ammonire per fallo Scognamiglio che invece doveva già esser espulso nel primo tempo insieme a Gonzalez.

LE PAGELLE

DICHIARAZIONI POST GARALe occasioni in più le abbiamo avute noi, il Novara è una buona squadra. Nel complesso abbiamo fatto bene, mi spiace perchè potevamo portare a casa la partita- commenta così a caldo patron Massimo De Salvo - se parliamo di etica e di rispetto non va bene che Scognamiglio si metta le mani in faccia, il giudice sportivo dovrebbe prendere delle disposizioni nei suoi confronti. Potevamo anche perdere, ma la partita è stata rovinata da un grosso errore – prosegue l’ad – è stato un episodio clamoroso, accaduto presto e su un giocatore importante. La squadra ha retto molto bene dando una risposta di grinta e di carattere.

Tesser, espulso per abbandono dell’area tecnica, nel post partita dice: “mi dispiace non esser potuto star in campo con i miei giocatori, ma hanno fatto bene anche senza di me. L’abbiamo già visto anche in tv e l’espulsione non c’era. Subito dopo il gol abbiamo un po’ sofferto e perso di lucidità, però l’ultima mezz’ora l’abbiamo fatta noi e pure l’ultima azione gol con Piovaccari. E’ una partita che mi aspettavo difficile e così è stata.- continua il tecnico azzurro - Mehmeti, nonostante abbia fatto il riscaldamento come gli altri e non abbia avvertito nessun dolore, appena entrato in campo il problema muscolare si è manifestato, spero di riaverlo presto in rosa e conclude dicendo: “Il gol era evitabile, se fossimo arrivati alla fine del primo tempo sull’1-0 probabilmente l’avremmo portata a casa”.

Ho tenuto Lazzari più alto per non correre rischi, ciononostante non siamo stati lì a subire, anzi, abbiamo ancora creato delle situazioni di pericolo. Facciamo fatica a ritrovar una quadratura, però all’inizio ho visto una buona squadra. Abbiamo cercato di adeguarci al gioco del Novara cercando di non farli giocare, dobbiamo alzare il ritmo e spero che questa prestazione sia un punto di partenza per lavorare con serenità e determinazione che finalmente ho visto durante la settimana – conclude Braglia - il Novara ha un buon allenatore.

TABELLINO NOVARA – JUVE STABIA 1-1

Novara (4-3-1-2) Bardi; Ghiringhelli (dal 26’st Del Prete), Lisuzzo, Bastrini, Alhassan; Marianini, Buzzegoli (dal 8’st Ludi), Parravicini; Lazzari; Gonzalez, Mehmeti (dal 8’ Piovaccari); a disp: Kosisky, Motta, Faragò, Baclet. All.: Tesser


Juve Stabia (3-3-1-3) Nocchi; Maury, Figliomeni, Scognamiglio; Baldanzeddu, Agyei (dal 40’st Jidayi), Dicuonzo (1’st Gorzegno); Genevier; Improta (dal 33’st Mbakogu), Bruno, Zito; a disp: Seculin, Erpen, Caserta, Danilevicius. All.: Braglia

Arbitro: Di Paolo di Avezzano

Marcatori: 5’ Parravicini N), 40’ Improta (J)

Ammoniti: 24’ Di Cuonzo (J), 42’ Brunpo (J), 73’ Improta (J), 81’ Kofi (J), 88’ Gorzegno (J), 91’ Scognamiglio (J), Alhassan e Bastrini (N)

Espulsi: Gonzalez (N)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara-Juve Stabia 1-1| Un pari dal sapore amaro

NovaraToday è in caricamento