menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Novara Livorno 2-1: il post gara

Una prestazione non smagliante che ha però fatto guadagnare agli Azzurri il bottino pieno ai danni di un buon Livorno. Era importante vincere e così è andata

"E' stata una partita sofferta - dice subito Baroni - abbiamo perso Da Costa, ma faccio i complimenti a Pacini, poi c'è la caviglia di Garofalo che mi preoccupa e Viola che non sta bene. La vittoria pesantissima mi da dei segnali. Sono veramente contento, noi ci crediamo, vogliamo fare di più di tutto, cerchiamo di recuperare le energie e fare la partita di Lanciano che non sarà semplice. Per una volta ci pigliamo una vittoria pesantissima, magari non con una prestazione scintillante. Abbiamo concesso veramente poco".

"Il gol di Antonini era buono - afferma perentorio Colomba - nelle ultime tre gare abbiamo perso alla fine. Non siamo riusciti a prendere in mano la partita ed è arrivato il gol. Abbiamo un bisogno disperato di punti. La squadra non si è mai arresa, mi auguro che nelle prossime partite i ragazzi rispondano con contenuti tecnici e agonistici. Noi prepariamo bene le partite, poi in campo va come va".

"Ci sono partite in cui fai la prestazione, ma non la riesci a sfruttare, oggi è stato il contrario, a volte ne benefici come oggi, altre lo paghi, sappiamo che queste cose sono all’ordine del giorno, soprattutto in campionati così tirati. Era importante vincerla - afferma Massimo De Salvo - Pacini non ha fatto solo l'esordio in serie B, ma tra i professionisti, non pagando l’emozione, ha fatto benissimo in un paio di occasioni difficili. Oggi esser riusciti a far gol noi nel recupero dal punto di vista psicologico è stata una cosa forte, ora dobbiamo esser bravi noi a metabolizzarla. Ora ci aspettano tre partite vicine. Non siamo stati precisissimi, gioco dispendioso come già successo in qualche partita fa, io non penso che la squadra non stia bene. Il Livorno ha fatto la sua partita, ha provato a spingere un po’ di più, noi dovevamo vincere e c’era il peso psicologico. Io sono contento della stagione che abbiam fatto, abbiam fatto un campionato importante. Oggi noi mettiamo a disposizione tutto per fare la differenza, mancano poche partite, oltre ai valore tecnico tattici ci vuole la testa. Se a fine stagione ce l’avremo fatta saremo felici, altrimenti non avremo rimpianti di aver fatto un grande campionato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, a Novara apre un nuovo centro vaccinale

Attualità

Coronavirus, da oggi Novara e il Piemonte in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento