Verbano Cusio Ossola

Val Grande, rinvenute le orme di un orso sulle cime innevate del parco nazionale

Le impronte sono state avvistate dai carabinieri forestali

Le orme sulla neve

Tracce di orso sulle cime innevate della Val Grande.

Nella mattinata di ieri, martedì 6 aprile, una pattuglia di militari del Reparto carabinieri Parco Val Grande, impegnata in attività di monitoraggio del manto nevoso all'interno dell'area protetta, ha infatti rilevato una serie di impronte attribuibili ad un orso.

Si tratta presumibilmente, spiegano i carabinieri forestali in una nota stampa, dello stesso esemplare osservato nel corso del 2020 in diverse zone limitrofe al parco nazionale. L'ultima osservazione, durante la quale l'esemplare è stato anche filmato, risale allo scorso autunno in Valle Loana, sotto il comune di Malesco.

L'orso in questione, precisano i carabinieri forestali, proveniente dal trentino, è un esemplare adulto, estremamente schivo. Lo scorso anno è stato segnalato anche in Ossola e nella zona a sud del parco nazionale.

"È bene rammentare - spiegano i militari - che qualora dovesse essere incontrato l'animale per natura tende  ad allontanarsi, è importante quindi non tentare di attirare l’animale in alcun modo, né lasciare cibo. Si raccomanda infine di segnalare ai carabinieri del Parco Val Grande ogni possibile segnalazione di presenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Val Grande, rinvenute le orme di un orso sulle cime innevate del parco nazionale

NovaraToday è in caricamento