Coronavirus, la situazione nelle case di riposo novaresi: preoccupano Divina Provvidenza, Meina e Bellinzago

Contagi anche in altre strutture

Salgono i casi di positività al covid all'interno delle case di riposo novaresi.

Le situazioni più preoccupanti sono alla Divina Provvidenza di Novara, dove si registrano 84 ospiti posititi su 167 e 28 operatori, e la struttura Ratti di Meina, dove su 47 ospiti sono 46 i contagi con quasi 20 operatori positivi. Salgono anche i contagi alla casa di riposo di Bellinzago, dove all'ultimo tampone sono risultati positivi 28 ospiti su 33, mentre al Parco del Welfare di Novara sono positivi 27 ospiti su 90 e 9 operatori.

Anche in altre strutture sono stati rilevati contagi: a I Tigli di Novara sono risultati positivi 6 operatori e 6 ospiti, mentre al De Pagave e alla Santa Maria di Pernate è stato trovato un operatore positivo. 

Tutte le situazioni sono sotto stretto monitoraggio da parte dell'Asl, che sta procedendo ad effettuare nuovi tamponi. Con l'arrivo dei test rapidi ospiti ed operatori dovrebbero effettuare un tampone ogni 15 giorni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Cirio: "Piemonte in zona arancione", ma gli ospedali sono al limite e non si fanno tamponi agli asintomatici

  • Coronavirus, l'ospedale Maggiore di Novara deve aprire un nuovo reparto di terapia intensiva

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, il Piemonte resta in zona rossa: prorogate al 3 dicembre tutte le misure di contenimento

  • Coronavirus, a Novara tamponi rapidi a pagamento nel parcheggio dell'ex Sporting: come prenotarli

  • Coronavirus, 6 persone positive al covid decedute all'ospedale di Novara in 24 ore

Torna su
NovaraToday è in caricamento