rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Attualità

Coronavirus: contagi ancora in risalita in Piemonte, ma la crescita rallenta

Per la quinta settimana consecutiva si registra un rialzo, ma più contenuto (+27%), nell'incidenza dei nuovi casi. I dati del monitoraggio della Regione

Continua la risalita dei contagi da Covid-19 in Piemonte, dove per la quinta settimana consecutiva si registra un rialzo (questa volta più contenuto) dell'incidenza dei nuovi casi, dopo sei settimane consecutive in cui la curva dei contagi era in calo. 

Secondo i dati comunicati dalla Regione, nel bollettino settimanale sulla situazione epidemiologica, nella settimana dal 4 al 10 luglio l’incidenza regionale (ovvero l’incremento settimanale di nuovi casi di covid per 100mila abitanti), pur rimanendo tra le più basse d'Italia, è infatti di 828, in aumento (+27,6%) rispetto ai 620 della settimana precedente. Anche il tasso di positività ai tamponi è salito al 25,6%, confermando la crescita dei contagi anche nella nostra regione.

In particolare, in Piemonte nel periodo dal 4 al 10 luglio i casi medi giornalieri dei contagi sono stati 4.831, mentre in totale si sono registrati 33.814 contagi (+7.309 rispetto alla settimana precedente). Per quanto riguarda il novarese, i casi medi giornalieri registrati dal 4 al 10 luglio sono stati 396, per un totale di 2.772 casi (+444 rispetto alla settimana precedente). Nel Vco, invece, i casi medi giornalieri registrati dal 4 al 10 luglio sono stati 184, per un totale di 1.286 casi (+225 rispetto alla settimana precedente).

Sul fronte dei ricoveri, nonostante un aumento dei pazienti ricoverati, l'occupazione degli ospedali resta ancora al di sotto delle soglie d'allarme: l'occupazione dei posti letto ordinari alla data del 12 luglio si attesta al 7,8% (al 4 luglio era del 6,2%, il valore nazionale è all’15,1%) e quella delle terapie intensive al 2,1% (al 4 luglio era dell'1,6%, il valore nazionale è 3,8%).

In Piemonte prevale la variante Omicron 5

Inoltre, secodo i dati diffusi da Arpa, dalle analisi di sequenziamento delle acque reflue su campioni prelevati il 4 luglio nei depuratori di Castiglione Torinese, Cuneo, Alessandria e Novara, si evidenzia la dominanza della variante Omicron 5.

Per quanto riguarda la sottovariante di Omicron 4 si continuano invece a rilevare mutazioni specifiche, ma con frequenze che sembrerebbero essere in diminuzione rispetto alle settimane precedenti.

Nelle prossime settimane il laboratorio di Virologia Ambientale monitoretà l'evolversi della situazione anche per quanto riguarda le nuove sottovarianti di Omicron, come BA.2.12 e BA.2.75.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: contagi ancora in risalita in Piemonte, ma la crescita rallenta

NovaraToday è in caricamento