menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Coronavirus, Novara rinvia il pagamento della Tari e di altre imposte

Nell’ultima giunta è stata approvata la delibera che rinvia anche altre imposte comunali

Tari, illuminazione votiva, canoni e spese relative a fabbricati: sono altre imposte che il Comune di Novara, in seguito all’ultima seduta di giunta, ha deciso di rinviare. 

“Come già fatto per altre imposte comunali – ha detto il sindaco Alessandro Canelli- stiamo spostando le scadenze vicine, specialmente per la Tari, in attesa che il Governo ci dia la possibilità di diluirle ulteriormente, cosa che in questo momento non possiamo fare perché non c’è una normativa. Stesso discorso sugli spazi in concessione: non troviamo giusto che i gestori debbano pagare spazi che non hanno di fatto utilizzato. Ma anche in questo caso, stiamo aspettando che dal Governo arrivino le direttive”

Cosa prevede il rinvio

Per quanto riguarda la Tari il Comune ha prorogato al 30 settembre 2020 il versamento della prima rata d’acconto pari al 50% ovvero il versamento in unica soluzione, del tributo annualmente dovuto; seconda rata prorogata al 20 novembre 2020; scadenza al 30 aprile 2021 per il versamento in unica soluzione della tassa dovuta dai contribuenti ricompresi nella lista suppletiva dei debitori del tributo Tari 2020. Il pagamento dell’illuminazione votiva è prorogata al 30 novembre 2020 e sono stati spostati a fine emergenza i termini di versamento per canoni e spese relativi a fabbricati, aree e impianti sportivi che fanno parte del patrimonio indisponibile oggetto di concessione amministrativa in via esclusiva pluriennale a soggetto privato concessionario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Verbano Cusio Ossola

Baveno, chiusa la scuola materna per covid: bambini in quarantena

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento