Attualità

Coronavirus, niente "via libera" da oggi: no agli spostamenti tra regioni e stop allo sci

Dal 15 febbraio avrebbero dovuto riaprire le piste da sci e i confini regionali, ma niente da fare

Avrebbero dovuto riaprire oggi, lunedì 15 febbraio, i confini delle regioni e, in contemporanea, anche gli impianti sciistici, ma tutto è saltato.

Il via libera che proroga il blocco degli spostamenti tra le Regioni, comprese quelle gialle, è arrivato venerdì sera. Il testo del provvedimento, si legge sul sito di Palazzo Chigi, “proroga, fino al 25 febbraio 2021, sull’intero territorio nazionale, il divieto di spostarsi tra regioni o province autonome diverse, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. Come già previsto, è comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione”. Insomma, resta il divieto di spostamento: le uniche eccezioni sono quelle che abbiamo imparato a conoscere in questi mesi e che illustrate nelle Faq pubblicate sul sito del governo

Per quanto riguarda lo sci la doccia fredda, anzi, gelata, è arrivata nella serata di domenica 14, a poche ora dalla riapertura: il Ministro della salute Speranza ha firmato un'ordinanza che blocca la riapertura degli impianti sciistici fino al 5 marzo. “Sono allibito da questa decisione che giunge a poche ore dalla riapertura programmata per domani - ha detto il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio -. Il Comitato tecnico scientifico nazionale soltanto dieci giorni fa, il 4 febbraio, aveva stabilito che in zona gialla da lunedì 15 si sarebbe potuto sciare. Su queste direttive il Piemonte si è mosso, nel rigoroso rispetto delle regole. Regole che non possono cambiare tutte le settimane. E, soprattutto, i dati aggiornati sulla situazione epidemiologica sono in possesso del Cts e del Governo da mercoledì. Mi chiedo se non fosse il caso di fare queste valutazioni prima, invece di aspettare la domenica sera". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, niente "via libera" da oggi: no agli spostamenti tra regioni e stop allo sci

NovaraToday è in caricamento