Lunedì, 15 Luglio 2024
Attualità

Ritiro medicinali in farmacia senza ricetta: già 12mila iscritti al servizio in Piemonte

In una settimana il servizio che permette il ritiro di farmaci prescritti solo con la tessera è stato attivato da moltissimi piemontesi

Quasi 12mila piemontesi hanno attivato il servizio per ritirare medicinali prescritti in farmacia senza la ricetta.

Ad appena una settimana dall’avvio del nuovo servizio, sono già 11.857 i cittadini che hanno attivato la scelta della farmacia abituale, 7.855 hanno certificato il proprio telefono cellulare (smartphone) in autonomia o rivolgendosi ad un punto assistito e 1.503 cittadini hanno ritirato i farmaci utilizzando il nuovo servizio. Le farmacie aderenti, al momento, sono 1.193.

Massimo Mana presidente Federfarma Piemonte e Mario Corrado, coordinatore regionale Assofarm, commentano: "Le farmacie sono al lavoro per gestire il nuovo metodo di ritiro farmaci, mettendosi a disposizione dei cittadini, fornendo le informazioni e per assisterli nelle procedure necessarie. Sono già oltre 1100 le farmacie aderenti, ma a breve lo saranno tutte, una volta terminate le fasi di attivazione del sistema. Le richieste da parte dei cittadini sono in graduale aumento".

Come funziona il ritiro dei medicinali senza ricetta

Per il ritiro con la tessera sanitaria dei farmaci prescritti, il cittadino ha due opzioni: scegliere le sue farmacie di fiducia, selezionandole sul portale SalutePiemonte.it una farmacia abituale con Spid/Cie o presso il punto assistito dell’Azienda sanitaria locale, oppure scegliere la modalità di utilizzo occasionale, per la quale è necessario essere dotati di uno smartphone certificato. Se il cittadino si reca presso una farmacia occasionale, con lo smartphone certificato potrà ritirare i farmaci con tessera sanitaria, autorizzando il farmacista con un semplice click, sempre tramite il sito www.salutepiemonte.it

I cittadini senza Spid e/o senza smartphone, possono effettuare la scelta delle farmacie abituali gratuitamente presso i punti assistiti delle Asl e certificare il proprio smartphone anche presso le farmacie aderenti, dove sono previsti oneri una tantum a carico del cittadino per le attività di supporto rese.

Come attivare il servizio 

É possibile attivare il servizio “Ritiro farmaci con Tessera sanitaria” ed esprimere il consenso alla consultazione del FSE e certificare il proprio dispositivo con diverse modalità:

- on line www.salutepiemonte.it seguendo le istruzioni fornite dal servizio Ritiro farmaci con Tessera Sanitaria, dopo essersi autenticato con SPID/CIE
- presso uno dei punti assistiti delle Aziende sanitarie locali (gratuitamente). Qui l'elenco https://www.salutepiemonte.it/ritiro-farmaci-con-ts
- presso una delle farmacie aderenti (sono previsti oneri una tantum a carico del cittadino per le attività di supporto rese).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritiro medicinali in farmacia senza ricetta: già 12mila iscritti al servizio in Piemonte
NovaraToday è in caricamento