Maltempo: cala l'allerta su novarese e Vco, danni e disagi nel week end

Strade chiuse per frane e rischio valanghe, laghi e fiumi al di sopra dei livelli di guardia e alcune località evacuate

Il Lago d'Orta esondato a Omegna - Foto da Facebook (MNP Meteo Novara e Provincia)

Cala l'allerta meteo sul novarese e Vco, dopo l'ondata di maltempo del fine settimana. Per la giornata di oggi, lunedì 25 novembre, il livello di allerta è sceso da arancione a giallo: il rischio resta ancora quello di locali allagamenti, limitate esondazioni dei corsi d'acqua per il transito delle piene ed isolati fenomeni di verdante. In montagna permane anche il pericolo valanghe, che potrebbero interessare la viabilità e le zone abitate.

Nel fine settimana sono diversi i danni e i disagi che si sono registrati nel territorio, in particolare nel Vco.

In Val Formazza, è stata chiusa la Statale 659 per rischio valanghe tra le località Passo (km 24), nel comune di Premia, e Riale (km 41,700), nel comune di Formazza. Chiusa per rischio valanghe anche la Statale 33 del Sempione, nei pressi del confine svizzero.

A Baceno, chiusa la strada che porta all'Alpe Devero ed evacuata, nel pomeriggio di domenica 24 novembre, la frazione Goglio. A Macugnaga, dalle 18 di sabato 23, chiusa la strada provinciale 66, tra le frazioni di Staffa e Isella, per pericolo valanghe. A Villadossola, dove ha ceduto la strada che porta alla frazione Valpiana, 10 persone hanno dovuto abbandonare la propria abitazione.

Il Lago d'Orta a Omegna e il Lago Maggiore a Pallanza sono ancora al di sopra del livello di guardia. In particolare il Lago d'Orta è esondato a Omegna e a Pettenasco, mentre a Orta San Giulio, a causa dell'acqua alta, sono state chiuse le passeggiate sul lungolago ed interrotto il collegamento con l'isola di San Giulio. Chiusa per frana, inoltre, la strada tra San Maurizio d'Opaglio e Pella. Frane e smottamenti si sono verificati anche a Miasino, in frazione Carcegna, in Val Bognanco, località Torno, e in Valstrona, tra Forno e la frazione Cerani.

A Cerano il personale dell'Associazione Irrigazione Est Sesia è intervenuto per liberare l'alveo da materiale alluvionale trasportato dalla corrente. Criticità si sono verificate anche lungo l'Agogna e il Terdoppio. A Novara, infine, nella giornata di ieri, domenica 24 novembre, è stato temporaneamente chiuso il ponte di corso Trieste, per procedere alla rimozione di alcuni tronchi di alberi.

Le previsioni per le prossime ore

Intanto, migliorano le condizioni meteo, almeno fino alla giornata di mercoledì. Secondo il bollettino meteo di Arpa, infatti, dalla mattina di oggi, lunedì 25, è attesa una graduale attenuazione dei fenomeni, con esaurimento nel pomeriggio. Condizioni stabili sono previste poi nella giornatadi martedì, mentre mercoledì è in arrivo un nuovo rapido peggioramento da ovest.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, le previsioni: quando potrebbero azzerarsi i contagi a Novara e in Piemonte

  • Coronavirus, in Piemonte prorogata l'ordinanza con più restrizioni: no attività sportiva e passeggiate

  • Coronavirus, Cirio: "Ordinanza in Piemonte prorogata fino al 14 o al 20 aprile"

  • Coronavirus, in arrivo i buoni spesa: chi ne ha diritto e come richiederli a Novara

  • Coronavirus, morto infermiere novarese di 51 anni: aveva quattro figli

  • Coronavirus, cauto ottimismo dal Maggiore di Novara: in Piemonte 9.418 i casi

Torna su
NovaraToday è in caricamento