Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

Coronavirus, in Piemonte "oggi mancano i medici, non i punti vaccinali"

Lo ha dichiarato l'assessore Matteo Marnati all'inaugurazione del nuovo punto vaccinale all'hotspot dell'Allianz Stadium di Torino

L'assessore regionale Matteo Marnati

"Il problema non è trovare tantissimi punti vaccinali ma concentrarli e fare in modo che le risorse umane che ci sono possano fare più numeri possibili. Oggi mancano più che altro i medici non i punti vaccinali".

Lo ha dichiarato l'assessore regionale alla Ricerca applicata all'emergenza Covid Matteo Marnati, intervenuto ieri, mercoledì 24 marzo, all'inaugurazione del nuovo punto vaccinale all’hotspot dell’Allianz Stadium di Torino, struttura voluta dalla Regione Piemonte, coordinata da Asl Città di Torino e Arpa Piemonte e realizzata in collaborazione con il Comune di Torino, Juventus Football Club e Csi Piemonte. 

"Abbiamo ascoltato le esigenze del Governo - ha aggiunto Marnati - cioè di utilizzare tutti i punti che abbiamo perchè oggi (mercoledì 24 marzo, ndr) entriamo nel vivo della campagna vaccinale. Stiamo attendendo un numero di vaccini superiore a quello che fino a oggi ci è stato inviato, quindi è necessario usare tutte le risorse umane che abbiamo a disposizione".

Inaugurato lo scorso novembre per i tamponi naso-faringei in modalità drive through, l’hotspot dell’Allianz Stadium è stato convertito in punto vaccinale in sole 48 ore con l'aiuto delle truppe alpine dell'Esercito italiano, che avevano già supportato l’allestimento in autunno, in particolare, gli alpini della Brigata "Taurinense". 

Il centro dispone di tre linee di vaccinazione nelle quali operano tre ufficiali medici e quattro sottufficiali infermieri dell’Esercito italiano. Il punto vaccinale si trova all’interno del Parcheggio 10 dello stadio e sarà operativo con orario, in questa prima fase, 8-14 dal lunedì al sabato. A regime garantirà la somministrazione di 200 vaccini al giorno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, in Piemonte "oggi mancano i medici, non i punti vaccinali"

NovaraToday è in caricamento