Novara, il cavalcavia di Porta Milano riapre entro fine settimana

Ultimi sopralluoghi per valutare il passaggio degli autobus

Riprirà come annuciato prima di Natale: dopo tanta attesa le auto e le moto potranno percorrere il cavalcavia di Porta Milano.

L'annuncio era stato fatto dal sindaco qualche settimana fa e sembra che la data designata per la riapertura sia il 20 dicembre. Per ora il transito sarà consentito solo a auto, moto, bicilette e pedoni, mentre i mezzi pesanti sono esclusi. Si sta valutando il passaggio degli autobus della Sun per le corse cittadine.

Canelli aveva spiegato l'andamento dei lavori. "La parte che compete a Rete Ferroviaria Italiana, cioè quella sospesa sopra la ferrovia, è stata oggetto di lavori da giugno di quest'anno per consolidamento strutturale - ha spiegato -. Ci sono voluti circa sei mesi perchè era impensabile bloccare il traffico ferroviario. I lavori però non sono finiti - chiarisce Canelli - manca ancora la parte di competenza del Comune, cioè le due discese verso la città e verso Sant'Agabio, con il consolidamento dei terrapieni, il rifacimento dei parapetti, i giunti e l'asfaltatura. Stiamo lavorando al bando per appaltare questa parte di lavori: prima non poteva essere fatto perchè erano necessari i dati che Rfi ha raccolto durante i lavori di consolidamento". 

"Per ora il ponte sarà riaperto tutto: verso marzo o aprile inizierà la seconda parte di lavori, ma saranno organizzati in modo da lasciare aperta una corsia, quella in ingresso verso la città, in modo da sgravare il traffico sul cavalcavia 25 aprile. I lavori di competenza comunale avranno una durata di 4 o 5 mesi e un costo di 1 milione e 200mila euro.". 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Novara usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, da domenica il Piemonte è zona arancione: cosa è consentito fare

  • Novara, aereo vola basso sulla città: ecco il perchè

  • Coronavirus, Cirio: "Per l'1 o il 3 dicembre il Piemonte sarà in zona arancione"

  • Bambino di 4 anni colpito al volto dal calcio di un cavallo

  • Coronavirus, nuova ordinanza del ministro Speranza: il Piemonte passa in zona arancione

Torna su
NovaraToday è in caricamento