rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Attualità

Ricoverati con altre patologie: il Piemonte raccoglie i numeri dei ricoverati non "per covid" ma "con covid"

Dopo la proposta della conferenza delle Regioni, Cirio e Icardi chiedono agli ospedali di specificare i motivi del ricovero dei pazienti conteggiati nel bollettino

Se ne sta discutendo da qualche giorno: il bollettino quotidiano dei ricoveri ha ancora senso?

La Conferenza delle Regioni, con una richiesta a firma del presidente Fedriga, a inizio mese ha chiesto al Ministero di distinguere i ricoverati "con covid", cioè positivi al virus ma ricoverati per altre patologie, dai ricoverati "per covid". La Lombardia ha già annunciato che comunicherà i due dati separati, mentre il Piemonte per ora si limiterà a chiedere i dati agli ospedali settimanalmente, per avere un quandro della situazione.

"La Regione Piemonte naturalmente continuerà a trasmettere i dati sulla occupazione ospedaliera in base alle norme ministeriali vigenti - spiegano il presidente Alberto Cirio e l’assessore alla sanità Luigi Genesio Icardi - tuttavia l’Unità di crisi ha chiesto alla aziende sanitarie del territorio una ricognizione settimanale, al fine di fornire al Ministero una fotografia periodica su quanti dei ricoveri siano "con covid" ma non "per covid". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricoverati con altre patologie: il Piemonte raccoglie i numeri dei ricoverati non "per covid" ma "con covid"

NovaraToday è in caricamento