Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Novara, fermato dalla Polfer sul treno per Biella aggredisce gli agenti con calci e testate: arrestato

A finire in manette, un 23enne residente nel biellese. Il giovane è accusato anche di interruzione di pubblico servizio

Fermato dalla Polfer su un treno in partenza per Biella, aggredisce gli agenti e finisce in manette.

E' successo nella stazione di Novara. A finire in manette, per resistenza, violenza, minaccia e lesioni a pubblico ufficiale, un giovane straniero di 23 anni residente nel biellese.

Gli agenti della polizia ferroviaria sono intervenuti sul treno regionale Novara-Biella, in partenza dalla stazione novarese, in seguito alla segnalazione del capotreno, che denunciava la presenza a bordo di una persona molesta e priva del titolo di viaggio. Il giovane, che mostrava un atteggiamento minaccioso e non collaborativo, è stato individuato e fermato, nel tentativo di riportarlo alla calma: a questo punto il 23enne ha iniziato ad inveire contro gli operatori e a sferrare calci e spintoni per divincolarsi, colpendo al volto un agente con una testata.

Gi agenti sono poi riusciti a bloccarlo e ad accompagnarlo negli uffici di polizia, dove è stato identificato e sottoposto ai rilievi fotodattiloscopici. A causa dell'intervento della Polfer, il treno ha maturato 35 minuti di ritardo; per questo motivo, il 23enne è stato anche denunciato per interruzione di pubblico servizio.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara, fermato dalla Polfer sul treno per Biella aggredisce gli agenti con calci e testate: arrestato

NovaraToday è in caricamento