rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Cronaca Arona

Arona, manodopera "in nero" alla Fiera: blitz dei carabinieri

Dai controlli dell'Ispettorato del lavoro è infatti emerso che su 56 operai 11 prestavano lavoro completamente "in nero". 15 le aziende sospese, e oltre 100mila euro tra sanzioni amministrative e ammende

Blitz della direzione territoriale del lavoro di Novara, dei carabinieri del nucleo provinciale Ispettorato del lavoro e della Compagnia di Arona nell’area della Fiera del Lago Maggiore.

Al termine della manifestazione, l’Arma e l’Ispettorato del Lavoro hanno infatti effettuato una serie di controlli per verificare la regolarità della manodopera delle ditte commerciali che hanno curato lo smontaggio dei singoli stands della fiera.

Dai controlli è emerso che, su un totale di 56 operai (per 23 aziende operanti), 11 lavoravano completamente "in nero". Cinque le ditte sospese per aver impiegato personale irregolare nella misura superiore al 20% della forza lavoro. Inoltre, sono state comminate sanzioni amministrative per un totale di 15mila euro e ammende per violazioni penali per circa 100mila euro.

L'operazione ha visto la partecipazione di 12 funzionari della Direzione territoriale di Novara, 5 ufficiali di P.G. del nucleo carabinieri Ispettorato del lavoro di Novara, 7 ufficiali ed agenti di P.G. della Compagnia dei carabinieri di Arona.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arona, manodopera "in nero" alla Fiera: blitz dei carabinieri

NovaraToday è in caricamento